--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci 2018 - Montefiascone - Il direttivo dell'associazione illustra i progetti importanti per il nuovo anno

“Per il 2019 vogliamo far conoscere il corteo storico all’Italia”

di Michele Mari

Condividi la notizia:

Montefiascone - Il consiglio direttivo del Corteo storico

Montefiascone – Una parte del consiglio direttivo del Corteo storico

Antonella Ugolini

Antonella Ugolini

 

Montefiascone - Defuk e il corteo storico

Montefiascone – Defuk e il corteo storico

 

Montefiascone - Il corteo storico cittadino

Montefiascone – Il corteo storico

 

Il corteo storico alla Fiera del vino di Montefiascone

Montefiascone – Il corteo storico

Montefiascone – “Per il 2019 vogliamo far conoscere il corteo storico all’Italia”.

Il direttivo del corteo di Montefiascone, con in testa la presidente Antonella Ugolini pone l’accento su ciò che è stato positivo nel 2018 e quello che non è andato, con uno sguardo già ai nuovi progetti da realizzare. Uno su tutti quello di far conoscere il corteo storico, con i suoi 250 figuranti in tutta Italia.

“Il 2018 è stato per il corteo un anno complesso – spiega la presidente Antonella Ugolini – pieno di difficoltà ma allo stesso tempo ricco di soddisfazioni, successi e rinnovato entusiasmo. Le uscite montefiasconesi, quelle legate alla fiera del vino, sono state assai complesse a causa di problematiche legate a un programma già scritto da parte dell’amministrazione comunale. È stato difficile trovare spazio per il corteo. Lo spettacolo delle Frecce tricolori ha occupato il fine settimana che sarebbe dovuto essere dedicato al corteo ed è stato per noi un onore fare un passo indietro rispetto a questo evento”.

La presidente e tutto il direttivo sono già proiettati al 2019 con nuovi entusiasmanti progetti storici sia a livello locale che nazionale.

“La nostra speranza, per l’edizione 2019 della fiera – aggiunge Antonella Ugolini – è quella di poterci sedere serenamente intorno a un tavolo con i nostri amministratori per scrivere insieme un programma ricco e innovativo che possa soddisfare le esigenze di tutti. Per quanto riguarda le uscite del 2018 è stato particolarmente ricco e soprattutto ha gettato le basi per collaborazioni e progetti futuri che vi sveleremo nei prossimi mesi. Il nostro progetto è quello di far conoscere il corteo all’Italia e contestualmente di permettere ai nostri figuranti di conoscere realtà e gruppi storici diversi dal nostro. Stiamo quindi prendendo contatti con numerosi gruppi sparsi per l’Italia. Il problema è sempre il finanziamento, quest’anno il corteo non ha avuto nessun tipo di contributo da parte dell’amministrazione. Le nostre uscite sono state completamente gratuite ma ovviamente sono pesate sulle nostre già misere finanze”.

Nonostante il mancato contributo del comune per il 2018, il corteo va avanti.

“Non sarà certamente questo a fermare la nostra inesauribile voglia di corteo – conclude la presidente – ma indubbiamente e senza false modestie noi meritiamo di avere la giusta ricompensa per i nostri spettacoli. Lo scorso anno è stato un anno difficile anche per i nostri amministratori che hanno dovuto organizzare molti eventi in poco tempo e con pochi mezzi ma come ripeto, spero che il corteo quest’anno venga tenuto nella giusta considerazione sia dal punto di vista economico che organizzativo. Auspico una collaborazione fattiva e serena tra noi e nostri amministratori che sono affettivamente legati al corteo. Ringrazio il direttivo, i sostenitori e partecipanti del corteo come Mauro Trapè e Enrico Genovesi”.

Il direttivo del corteo storico è composto da Antonella Ugolini, Paolo Loreti, Gianfranco Dei Svaldi, Stefania Scatoloni, Gabriele Manzi, Rolanda Femminella, Donatella Tofanicchio, Valentino Scoponi, Natale Carelli e Andrea Bendettucci.

“Il corteo storico lo scorso anno ha compiuto 50 anni – spiega la segretaria Stefania Scatoloni – è l’orgoglio di tutto Montefiascone che ogni anno con il suo singolare personaggio, Defuk, allieta la prima quindicina di agosto. Avremmo bisogno di occupare più giorni durante queste due settimane per far dilagare la cultura, una cultura storica e non solo popolare. Tutti aspettiamo la sfilata che quella domenica mattina porta gioia e musica tra le case del centro storico. Tutti ce lo ricordiamo da sempre con affetto”.

Anche la consigliera Donatella Tofanicchio rimarca l’importanza del corteo storico, divenuto uno dei pilastri storici di Montefiascone.

“Il corteo storico è uno dei beni più preziosi che ha Montefiasocne – spiega Donatella Tofanicchio -. Porta sempre molti turisti. Dovrebbe essere preso più in considerazione per la stesura del programma della fiera del vino. Il 2018 è stato un anno ricco di soddisfazioni per via della bella riuscita delle manifestazioni alle quali ha partecipato sia localmente che nelle uscite dei paesi limitrofi. Questo grazie a un gruppo coeso, che ha come guida un presidente che è cresciuto in questo ambiente e che ha sempre dato il massimo”.

Uno dei gruppi maggiormente suggestivi è quello degli sbandieratori.

“Quest’anno dobbiamo ringraziare don Luciano – spiega Valentino Scoponi del gruppo sbandieratori – che come sempre ci ha ospitato ai campetti e l’istituto Anna Molinaro che ci ha permesso di allenarci nella palestra della scuola Manzoni”.

Infine la direttrice Rolanda Femminella rimarca il grande lavoro di squadra che c’è dietro a ogni uscita.

“Vorrei sottolineare il grande successo della mostra fotografica – sottolinea Rolanda Femminella – che ha attirato un grande numero di visitatori. Ci piacerebbe farne una permanente ma servirebbe un posto che non abbiamo. Il nostro è un grande lavoro di squadra ed è davvero meraviglioso vivere insieme la settimana della nostre uscite con l’adrenalina che riusciamo a scaricare solo a fine manifestazioni. Sono felice dello spirito che si è respirato quest’anno nel corteo grazie anche all’aiuto dato dai giovani nel nostro gruppo”.

L’appuntamento è già fissato per la prima settimana di agosto con le uscite e gli spettacoli del corteo alla fiera del vino di Montefiascone, ma sicuramente non mancheranno sorprese di livello nazionale.

Michele Mari


Condividi la notizia:
14 gennaio, 2019

Bilanci 2018 ... Gli articoli

  1. "Oggi in politica c'è troppa impreparazione..."
  2. "72 cani adottati e 72mila euro risparmiati dal comune"
  3. "Oltre 500 paganti a sera, il Tuscia film fest si conferma un evento molto seguito"
  4. "Aziende e università devono collaborare per avere prodotti esclusivi"
  5. "Subito operativa la legge regionale sulla rigenerazione urbana"
  6. "Non posso non pensare alle tante battaglie per migliorare la giustizia..."
  7. "15 nuovi pompieri, ripresa dei lavori alla caserma e un progetto con l'Aves"
  8. "Digitalizzazione, nel 2018 erogati 160mila euro di voucher a fondo perduto"
  9. "Il 'modello Lazio' è la chiave per rilanciare il centrosinistra nazionale"
  10. "In un anno e mezzo finanziate 100 aziende col microcredito"
  11. "Nella Tuscia la droga viene spacciata perché viene consumata"
  12. "Abbiamo trovato un comune fortemente indebitato..."
  13. “Export: bene la ceramica, stabile il tessile, male l’agricoltura”
  14. "Abbiamo assoluto bisogno di infrastrutture perché Viterbo è isolata"
  15. "Nell’artigianato dopo tanti anni è riapparso il segno più"
  16. "Un piano regolatore del turismo, più pubblicità per il territorio e gioco di squadra"
  17. "Oltre alla qualità dobbiamo vendere un pezzettino di territorio"
  18. "Viterbo Terme è il futuro di questa città e dell’indotto su tutto il territorio"
  19. "La provincia ha bisogno di risorse, il personale è allo stremo"
  20. "Tutto il mio impegno per le infrastrutture e il rilancio di agricoltura, economia e turismo"
  21. "Civita e Bagnoregio diventeranno lo snodo turistico e viario di tutta la Tuscia"
  22. "Una lista di FdI a Tarquinia e Civita e un candidato della Tuscia alle Europee"
  23. "Noi abbiamo un'idea di città... Arena no"
  24. "Il centro storico è stato e sarà la nostra prima priorità"
  25. "Scuola laica, tutela dei diritti e rispetto dei lavoratori"
  26. Meno allenatori, 17 vittorie e il sogno serie B andato avanti fino a giugno
  27. "Nei comuni al voto la Lega andrà da sola col suo simbolo"
  28. "Ex Terme Inps, il 2019 sarà l'anno del rilancio"
  29. "La Scarabeo è in un vicolo cieco"
  30. "La nostra qualità non ha competitor al mondo..."
  31. "Nel 2018 meno reati ma più controlli e arresti"
  32. "Vogliamo anche il viadotto autostradale sul Tevere"
  33. "Trasversale, aspettiamo il definitivo via libera noi siamo pronti"
  34. "Nel 2018 meno reati e arresti raddoppiati"
  35. "Per questo secondo anno di amministrazione il lavoro è stato intenso"
  36. "Diminuiti gli incendi grazie alle segnalazioni sempre più precise..."
  37. Camilli: "Ci hanno massacrato ma abbiamo una rosa per puntare a tutto"
  38. Viterbese, il giocatore dell'anno è Luca Baldassin
  39. "Meno fenomeni e più carattere, ecco la nostra ricetta"
  40. "La Tuscia è un cimitero, due morti per ogni nato"

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR