--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Mafia - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini: "Ora se la godranno cittadini e associazioni di volontariato"

“Banda della Magliana, villa confiscata a Tarquinia”

Condividi la notizia:

Tarquinia - Villa confiscata alla Banda della Magliana - Matteo Salvini a Porta a Porta

Tarquinia – Villa confiscata alla Banda della Magliana – Matteo Salvini a Porta a Porta

Tarquinia - Villa confiscata alla Banda della Magliana - Matteo Salvini a Porta a Porta

Tarquinia – Villa confiscata alla Banda della Magliana – Matteo Salvini a Porta a Porta

Tarquinia - Villa confiscata alla Banda della Magliana - Matteo Salvini a Porta a Porta

Tarquinia – Villa confiscata alla Banda della Magliana – Matteo Salvini a Porta a Porta

Tarquinia – (raff.stro.) – “Una villa confiscata alla Banda della Magliana a Tarquinia”. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini lo ha annunciato a Porta a Porta.

Il vicepremier e titolare del Viminale, nel corso di un’intervista concessa a Bruno Vespa e andata in onda su Rai 1, ha fatto sapere che una villa a Tarquinia verrà presto sottratta alla mafia. In particolare, all’organizzazione criminale romana della Banda della Magliana.

“A Tarquinia – ha detto Salvini – la Banda della Magliana ha finito di godersi questa villa. Ora se la godranno i cittadini o le associazioni di volontariato”. Il ministro dell’Interno ha poi aggiunto: “Ci stiamo concentrando molto su mafia, camorra e ‘ndrangheta. E ci sono segnali di speranza, grazie al lavoro delle forze dell’ordine. Da nord a sud i beni confiscati alle mafie sono tanti. Ed è una soddisfazione, perché vuol dire che lo stato è più forte. Lo stato sta gestendo anche alcune aziende che fino a poco tempo fa erano della mafia, e le sta gestendo meglio. A chi pensa ‘Però quelle persone mi davano lavoro…’ dobbiamo dimostrare che lo stato vince. Grazie alle forze dell’ordine, ai giudici, ai magistrati e agli avvocati. Ci vorrà un po’, ma vinceremo”.

Parlando della gestione statale degli immobili confiscati, Salvini ha sottolineato: “Con il decreto sicurezza il personale verrà raddoppiato, verranno aperte quattro nuove sedi e ci saranno più poteri. Mafia, camorra e ‘ndrangheta mi fanno schifo, e spero di portargli via anche l’ultimo paio di mutande”.

Il ministro dell’Interno, insieme alla villa di Tarquinia, ha elencato altri sette beni già sottratti o che verranno sottratti tra poco alla criminalità organizzata. “A Palmi, in provincia di Reggio Calabria, una villa della ‘ndrangheta è diventata un commissariato di polizia. C’è poi la villa dei Casamonica di via Rocca Bernarda, a Roma. La conoscono già tutti perché sono stato io a dare il primo colpo di ruspa, e quello è stato uno dei giorni più belli da ministro dell’Interno. Anche a Montemurlo, in provincia di Prato, ora ci sono le forze dell’ordine al posto della camorra. Arriverà gente perbene pure a Castelvetrano, in provincia di Trapani: via Cosa Nostra. Via la mafia da Sacrofano, Roma. A Cosa Nostra è stato confiscato un intero palazzo anche a Palermo. A Milano, invece, hanno finito di spacciare”.

Stando all’ultima conferenza di servizi dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati, nella Tuscia gli immobili sottratti alla criminalità organizzata sono dodici. E sono tutti a Tarquinia. Il valore complessivo è di un milione 314mila euro, e per ognuno di loro il comune di Tarquinia ha presentato una manifestazione di interesse per poterli utilizzare per scopi sociali e istituzionali.

In tutto il Lazio i beni confiscati sono invece 490, per un valore di 82 milioni di euro. Si tratta di abitazioni, terreni, ville, box e locali commerciali.


Condividi la notizia:
21 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR