--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Nibbi (Anas) sul distaccamento sulla superstrada all'incontro in prefettura sulla situazione delle strade - Il punto anche sul piano neve - Subito dopo incontro col personale militare in ausiliaria

“Calcinacci caduti dal cavalcavia a causa del gelo”

Condividi la notizia:

Il prefetto Giovanni Bruno e Lamberto Nicola Nibbi (Anas)

Il prefetto Giovanni Bruno e Lamberto Nicola Nibbi (Anas)

L'incontro sulle strade in prefettura

L’incontro sulle strade in prefettura

L'incontro sulle strade in prefettura

L’incontro sulle strade in prefettura

Viterbo – (g.f.) – “Caduta calcinacci dovuta al gelo e successivo disgelo”. Sul distaccamento al cavalcavia della superstrada, altezza svincolo strada Bagni, lo scorso 7 gennaio, fa il punto Lamberto Nicola Nibbi dell’Anas.

Stamani in prefettura, vertice sulle strade che attraversano la Tuscia, con Anas, Astral, vigili del fuoco, polizia stradale e provincia. Per fare il punto anche del piano neve.

È il prefetto Giovanni Bruno a coordinare l’incontro. Domande ai presenti per avere un quadro chiaro. Intanto sul cavalcavia.

“È successo – spiega Lamberto Nicola Nibbi – per un fenomeno legato a gelo e disgelo. Nulla di strutturale, quando sia abbassano le temperature è routine. L’acqua si che passa ferma in determinati punti con le gelate può provocare queste frantumazioni”.

Sono stati effettuati accertamenti. Come sottolineato dalla polizia strada, Anas è intervenuta in pochi minuti.

Nel frattempo, prosegue il passaggio di competenze tra Astral e Anas, delle strade: via Cassia, dal chilometro 19 al 141 e Flaminia dal 7 al 67.

Il passaggio di consegne stradali riguarda anche la provincia, verso Astral. “Sono 220 chilometri – spiega il dirigente provinciale Ernesto Dello Vicario – di arterie che tornano alla regione, in buona parte sono d’interesse regionale.

In sostanza, si torna alla situazione com’era prima del 2000, quando avvenne il passaggio alle province.

Le verifiche a quelle di nostra competenza, ai ponti, lo scorso settembre, hanno messo in evidenza alcune difficoltà, opere comunque di minore entità. Una cinquantina di punti che hanno comportato limitazioni, ma non interdizioni alla circolazione”.

Siamo a metà gennaio, il tempo può ancora riservare sorprese. I piani neve sono stati predisposti.

Lo scorso anno, difficoltà sulla E45 per la chiusura a Terni del traffico, che di conseguenza affluiva tutto a Orte. Un problema.

Stavolta servirebbe un maggiore raccordo con la prefettura ternana. Meglio ancora, se non nevicasse proprio.

Subito dopo, il prefetto Bruno ha incontrato il personale militare in ausiliaria residente a Viterbo. Sono circa 35. Un appuntamento per esplorare la possibilità riconosciuta dal ministero della Difesa, alle pubbliche amministrazioni, di richiamare il personale per un periodo di cinque anni, senza costi aggiuntivi. 

Si tratta di un periodo transitorio, nel quale il militare, concluso il rapporto permanente di impiego e, in alternativa al congedo con riserva, può essere richiamato dalla pubblica amministrazione della sua provincia di residenza per un periodo di cinque anni.


Articoli: Calcinacci dal cavalcavia, domani incontro in prefettura – Cadono calcinacci dal cavalcavia, traffico in tilt per ore


Condividi la notizia:
16 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR