--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci 2018 - Politica - Bassano in Teverina - Intervista al sindaco Alessandro Romoli

“Il centro storico è stato e sarà la nostra prima priorità”

Condividi la notizia:


Alessandro Romoli

Alessandro Romoli

Bassano in Teverina - La foto di Maria Cristina Tamagnini

Bassano in Teverina – La foto di Maria Cristina Tamagnini

Bassano in Teverina - L'apertura straordinaria della Torre animata

Bassano in Teverina – La Torre animata

Bassano in Teverina vista dall'alto

Bassano in Teverina vista dall’alto

Bassano in Teverina - Il sindaco Alessandro Romoli

Bassano in Teverina – Il sindaco Alessandro Romoli

Alessandro Romoli

Alessandro Romoli

Bassano in Teverina – Priorità al centro storico e disponibilità a ricandidarsi. Alessandro Romoli è sindaco di Bassano in Teverina e traccia il bilancio di un anno proiettato verso il futuro.


Fotogallery: La rinascita del borgo medievale di Bassano in Teverina


“Con il 2018 – ha detto il primo cittadino di Bassano – abbiamo definitivamente riportato il borgo medievale sotto il controllo del comune e iniziato a promuoverlo. Il prossimo anno sarà il nostro investimento principale”.

Sindaco Romoli, quali sono stati gli interventi che hanno caratterizzato il 2018 della sua amministrazione?
“L’anno trascorso è stato l’anno in cui abbiamo completato il programma elettorale presentato ai cittadini cinque anni fa. Sviluppando una politica che da un lato ha puntato a riportare sotto il controllo del comune tutto il borgo medievale. Dall’altra a promuoverlo per iniziare ad attirare turisti. E i risultati sono già arrivati. Al presepe vivente sono venuti più di mille visitatori, che per un piccolissimo comune come il nostro non è poco. Non solo, ma sempre più persone conoscono la Torre animata e il fatto che Bassano è stato al centro dell’ultima grande battaglia tra etruschi e romani. A gennaio il consiglio comunale sarà chiamato ad approvare la delibera che riporta definitivamente il borgo medievale a parte del patrimonio comunale. Ci sono stati anche altri interventi importanti”.

Ad esempio?
“Opere per il territorio. Abbiamo inaugurato un parcheggio con un anfiteatro dietro al centro polifunzionale. Sistemato in modo definitivo gli spogliatoi del campo di calcio. Ci sono stati interventi per la pubblica illuminazione e i marciapiedi. Abbiamo avviato il recupero della fontana vecchia del centro storico. A gennaio inaugureremo invece la nuova biblioteca e la nuova sede della Polizia locale. Abbiamo infine avviato tutta una serie di attività di promozione turistica del nostro patrimonio culturale presente nel borgo. Firmando anche convenzioni con l’università degli studi della Tuscia e il Centro nazionale ricerche, avvalendoci del fondamentale supporto del gruppo archeologico bassanese”. 

Sono passati dieci anni da quando è diventato sindaco per la prima volta. Come era e come è diventata Bassano?
“Dieci anni fa Bassano era uno dei tanti borghi della Tuscia. Dieci anni dopo è diventato un comune che vuole giocare la sua partita sul territorio investendo sulle proprie risorse e le bellezze di cui dispone. Bassano si affaccia sulla valle della Teverina. E già solo per questo è un paese fortunato. Ha di fronte a sé una ricchezza naturale straordinaria. Nel centro storico ci sono palazzi e storie che vanno fatti conoscere attraverso un accurato lavoro di promozione. Abbiamo la Torre animata. Una torre medievale all’interno di un’altra torre, questa volta però di epoca successiva. Senza poi dimenticare le eccellenze enogastronomiche del territorio. Così come l’importanza di lavorare anche alle rievocazioni storiche medievali e rinascimentali, due periodi che hanno caratterizzato la nostra storia. Non ci manca niente. Dovevamo avere più fiducia in noi stessi e dare più fiducia e ascolto alle realtà associative. Partecipazione e progettazione. La sfida dei prossimi anni è investire sul borgo medievale, la nostra cultura e il nostro territorio. Tutto questo accompagnato da interventi che hanno come obiettivo quello di mantenere la città pulita e accogliente. E perché no, anche video sorvegliata. Abbiamo telecamere a quasi tutti gli ingressi del comune e alcune leggono anche la targa. Non per mettere sotto controllo le persone, ma per fare in modo che le regole siano rispettate e la gente possa vivere in sicurezza. Dieci anni dopo Bassano è diventata un’altra cosa”.

Si candiderà anche alle prossime elezioni amministrative di maggio? 
“La mia disponibilità c’è, ma la sottoporrò prima all’attenzione del gruppo che mi ha sempre supportato”. 

Daniele Camilli


Condividi la notizia:
1 gennaio, 2019

Bilanci 2018 ... Gli articoli

  1. "Oggi in politica c'è troppa impreparazione..."
  2. "72 cani adottati e 72mila euro risparmiati dal comune"
  3. "Oltre 500 paganti a sera, il Tuscia film fest si conferma un evento molto seguito"
  4. "Aziende e università devono collaborare per avere prodotti esclusivi"
  5. “Per il 2019 vogliamo far conoscere il corteo storico all'Italia”
  6. "Subito operativa la legge regionale sulla rigenerazione urbana"
  7. "Non posso non pensare alle tante battaglie per migliorare la giustizia..."
  8. "15 nuovi pompieri, ripresa dei lavori alla caserma e un progetto con l'Aves"
  9. "Digitalizzazione, nel 2018 erogati 160mila euro di voucher a fondo perduto"
  10. "Il 'modello Lazio' è la chiave per rilanciare il centrosinistra nazionale"
  11. "In un anno e mezzo finanziate 100 aziende col microcredito"
  12. "Nella Tuscia la droga viene spacciata perché viene consumata"
  13. "Abbiamo trovato un comune fortemente indebitato..."
  14. “Export: bene la ceramica, stabile il tessile, male l’agricoltura”
  15. "Abbiamo assoluto bisogno di infrastrutture perché Viterbo è isolata"
  16. "Nell’artigianato dopo tanti anni è riapparso il segno più"
  17. "Un piano regolatore del turismo, più pubblicità per il territorio e gioco di squadra"
  18. "Oltre alla qualità dobbiamo vendere un pezzettino di territorio"
  19. "Viterbo Terme è il futuro di questa città e dell’indotto su tutto il territorio"
  20. "La provincia ha bisogno di risorse, il personale è allo stremo"
  21. "Tutto il mio impegno per le infrastrutture e il rilancio di agricoltura, economia e turismo"
  22. "Civita e Bagnoregio diventeranno lo snodo turistico e viario di tutta la Tuscia"
  23. "Una lista di FdI a Tarquinia e Civita e un candidato della Tuscia alle Europee"
  24. "Noi abbiamo un'idea di città... Arena no"
  25. "Scuola laica, tutela dei diritti e rispetto dei lavoratori"
  26. Meno allenatori, 17 vittorie e il sogno serie B andato avanti fino a giugno
  27. "Nei comuni al voto la Lega andrà da sola col suo simbolo"
  28. "Ex Terme Inps, il 2019 sarà l'anno del rilancio"
  29. "La Scarabeo è in un vicolo cieco"
  30. "La nostra qualità non ha competitor al mondo..."
  31. "Nel 2018 meno reati ma più controlli e arresti"
  32. "Vogliamo anche il viadotto autostradale sul Tevere"
  33. "Trasversale, aspettiamo il definitivo via libera noi siamo pronti"
  34. "Nel 2018 meno reati e arresti raddoppiati"
  35. "Per questo secondo anno di amministrazione il lavoro è stato intenso"
  36. "Diminuiti gli incendi grazie alle segnalazioni sempre più precise..."
  37. Camilli: "Ci hanno massacrato ma abbiamo una rosa per puntare a tutto"
  38. Viterbese, il giocatore dell'anno è Luca Baldassin
  39. "Meno fenomeni e più carattere, ecco la nostra ricetta"
  40. "La Tuscia è un cimitero, due morti per ogni nato"
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR