Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civita Castellana - Carlo Angeletti contro Alessio Alessandrini per la mancata convocazione della seduta

“Commissione Ambiente, che fine ha fatto il presidente del consiglio?”

Condividi la notizia:

Civita Castellana

Civita Castellana

Civita Castellana – Riceviamo e pubblichiamo – Che fine ha fatto l’inossidabile presidente del Consiglio di Civita Castellana, Alessio Alessandrini?

Come consiglieri comunali ce lo chiediamo, visto che non risponde più nemmeno alle nostre istanze.

Eppure non mi sembra che in questi anni, sia stato tanto oberato da un intenso lavoro istituzionale, dato che a fronte di una indennità carica mensile pari a circa 1.300 euro, nell’annualità 2018 avrà a mala pena radunato il consiglio comunale cinque o sei volte.

Quindi non avendo notizie dal nostro presidente del consiglio ho dovuto rivolgermi al prefetto di Viterbo Giovanni Bruno e al presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone al fine di garantire il rispetto dei regolamenti e del ruolo dell’opposizione, che dovrebbe essere considerata il cuore della democrazia.

Nell’istanza che ho inviato ai due enti sovracomunali ho evidenziato che non avendo più notizie della convocazione della terza commissione Ambiente avente per oggetto la società pubblico/privata Sate Spa, pur avendo inviato al presidente del consiglio comunale Alessio Alessandrini una richiesta di sollecito di convocazione di questo importante strumento di trasparenza amministrativa, a tutt’oggi ancora non ho avuto risposte esaustive in merito.

E’ anche opportuno rammentare che in occasione della seduta della terza commissione Ambiente del 30 novembre il presidente della commissione Silvia Roscioli precisava che “nella commissione odierna si discuterà solo della gara Sate, primo dei punti elencati dai consiglieri di minoranza nella loro richiesta di convocazione della commissione ambiente e che i restanti punti (fermo dei mezzi della società Sate, piano finanziario Sate 2019) saranno discussi in una ulteriore riunione della commissione che verrà convocata entro breve tempo”.

Ebbene, queste dichiarazioni del presidente Roscioli sono state messe a verbale in occasione della commissione consigliare del 30 novembre ma come tali sono rimaste solo delle parole, dato che stranamente questo organismo consigliare non è stato ancora convocato, nonostante che da tempo sia stata depositata la richiesta della sua istituzione in spregio a quanto sanciscono i regolamenti comunali e le leggi vigenti in materia.

Carlo Angeletti
Consigliere comunale del Movimento nazionale per la sovranità


Condividi la notizia:
22 gennaio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR