--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Il presidente della giunta per le immunità del senato anticipa la decisione presa durante la riunione - Carlo Calenda invita i partiti a non dare indicazioni di voto

Gasparri: “Caso Diciotti, Salvini ascoltato entro 7 giorni”

Condividi la notizia:

La nave Diciotti

La nave Diciotti

Roma – Il ministro dell’Interno Matteo Salvini potrebbe essere ascoltato entro 7 giorni sul caso Diciotti. Questa sembrerebbe essere una delle decisioni prese durante la riunione della giunta per le immunità del senato, ancora in corso. La giunta è stata convocata sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del ministro per la vicenda del trattenimento dei migranti sulla nave Diciotti.

I presidente della giunta per le immunità del senato Maurizio Gasparri avrebbe proposto 7 giorni di tempo per sentire il ministro dell’Interno Matteo Salvini sul caso Diciotti.

Il vicepremier Salvini potrà chiedere di essere ascoltato o presentare una memoria.

Intanto il senatore Mario Giarrusso, componente della giunta, specifica in una note che “il presidente del consiglio Giuseppe Conte, il vicepresidente Di Maio e il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli depositeranno una memoria dove verrà spiegato che sul caso Diciotti era stata presa una decisione condivisa da tutto il governo con responsabilità anche di altri ministri e del presidente consiglio stesso”. 

L’ex ministro Carlo Calenda, ai microfoni di La7, interviene a proposito delle decisioni che la giunta dovrà assumere nei confronti del ministro Salvini. Calenda invita i partiti “a non dare indicazioni di voto – e aggiunge – Io non accetterei condizionamenti politici. La giustizia dovrebbe stare lontana dalla politica”.

Il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia (M5S) invece specifica la sua linea e quella del partito. A Circo massimo, su Radio capital, Carlo Sibilia dichiara: “Va fatta una riflessione tecnica all’interno della giunta,  ma se il caso andrà in aula noi voteremo assolutamente sì. Il M5s non ha mai negato il processo a un politico”.

E sulla tenuta del governo Sibilia specifica: “Non credo che verrà messa in discussione la tenuta dell’esecutivo”.


Condividi la notizia:
30 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR