--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Comune - Il gruppo consiliare Viterbo Venti Venti chiede garanzie sulla riapertura della piscina

“L’amministrazione nomini un proprio tecnico come tutor dell’impianto”

Condividi la notizia:

La piscina comunale di Viterbo

La piscina comunale di Viterbo

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Ottima notizia la riapertura della piscina comunale: un bene comune di cui avere massima cura nell’interesse di tutti i viterbesi, degli utenti, dei lavoratori e delle attività commerciali al suo interno e che per troppo tempo invece è stato lasciato a se stesso, con i risultati che abbiamo visto.

La chiusura prolungata di una così importante struttura sportiva di proprietà comunale e le incertezze circa il futuro dell’impianto ha causato danni e disagi a utenti, atleti ed imprenditori: perciò è compito dell’amministrazione prevenire ogni ulteriore possibile difficoltà, in considerazione delle numerose complicazioni emerse, di cui molte ancora irrisolte.

È evidente, infatti, che oltre alle problematiche strutturali e di sicurezza per i frequentatori, di certo non secondarie, anche la gestione economica con ingenti debiti nei confronti dei dipendenti, del comune stesso e delle utenze essenziali (v. Talete) hanno messo i luce le numerose carenze e ritardi.

Ora, considerando che molti di questi problemi sono stati solo momentaneamente tamponati agiamo in modo da evitare che, presto o tardi, ci si ritrovi allo stesso punto e che, invece di generare disagi e disservizi, si possa portare a casa il risultato di avere un impianto sicuro e d’eccellenza, senza un solo giorno di chiusura. Come? Con controllo e programmazione.

Sarebbe opportuna, da parte della amministrazione, la nomina di un proprio tecnico comunale – quindi senza aggiunta di costi per i cittadini –quale tutor dell’impianto, che periodicamente ne controlli lo stato, i lavori effettuati e da effettuare, sia di ordinaria che di straordinaria manutenzione, e l’effettiva realizzazione delle migliorie previste dal contratto.

Questo permetterà di rilevare per tempo eventuali future anomalie e non trovarsi con l’acqua alla gola (o senz’acqua, in questo caso), creando un danno a tutta la città.

Gruppo Consiliare Movimento Civico Viterbo Venti Venti


Condividi la notizia:
17 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR