--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Sulle persone bloccate al largo di Malta non c'è intesa fra i due vice premier

Migranti, Di Maio per accogliere donne e bambini, Salvini dice no

Condividi la notizia:

La nave Sea Watch

La nave Sea Watch

Roma – Migranti, è scontro fra vice premier, a Luigi Di Maio (M5s) che sostiene come l’Italia intenda accogliere quelli bloccati in mare sulla nave Sea Watch 3, replica il suo collega Matteo Salvini (Lega): “In Italia non arriva nessuno”. 

Per Di Maio, il governo “vuole che siano tutelati donne e bambini. Sbarchino a Malta e li accoglieremo”. Seppure precisi, nessun passo indietro rispetto alla linea dura, in particolare nei confronti dell’Europa.

Ma dal canto suo, al Messaggero, in un’intervista spiega: “I nostri porti chiusi, sbarrati. Giusto che Di Maio parli e che esponga il suo pensiero e che si discuta tra di noi e con il premier Conte, ma in materia di migranti quello che decide sono io.

Non si possono fare concessioni sui principi e il principio è che qui, se non attraverso i corridoi umanitari e in maniera controllata e legale, non entra più nessuno. Questa è la linea e non si cambia”.

Intanto dal Sea-Watch Italy non si fermano gli appelli: “Sea Watch on è un hotspot galleggiante, è una nave di soccorso – precisano in un tweet – è necessario procedere alla sbarco immediato di tutti i 32 ospiti soccorsi da 2 settimane. Lo sbarco non può essere subordinato al raggiungimento di un accordo sulla distribuzione delle persone tra stati membri”.


Condividi la notizia:
6 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR