- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Picchia agenti alla stazione, indagini sullo “status” dell’aggressore

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Porta Fiorentina - La polizia ferroviaria [4]

Porta Fiorentina – La polizia ferroviaria

Porta Fiorentina - La polizia ferroviaria [5]

Porta Fiorentina – La polizia ferroviaria

Viterbo - Polfer - Il comandante sostituto commissario Marco Buttinelli [6]

Il comandante della polfer Marco Buttinelli

Viterbo – (sil.co.) – Poliziotti picchiati da uno straniero alla stazione di Porta Fiorentina, proseguono i non facili accertamenti accertamenti per capire la posizione dell’aggressore Habdullahi Dabo sul territorio nazionale.

Il giovane, nel frattempo, si trova sempre nel carcere di Mammagialla, dove ha avuto colloqui con gli psicologi. 

Si tratta del 23enne originario del Mali, che la mattina della previgilia di Natale, domenica 23 dicembre, ha picchiato da solo due agenti della polizia ferroviaria e due poliziotti della squadra volante della questura, intervenuti con lo spray al peperoncino, costretti a ricorrere alle cure dei sanitari di Belcolle con prognosi da sette a dieci giorni.

Arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, il 23enne, che era stato già segnalato al compartimento di polizia ferroviaria di Roma, è recluso a Mammagialla in attesa del processo per direttissima rinviato al 22 gennaio.  

Del caso si sono interessati anche due volontari della Caritas, Lukusa Thsiele e Gian Carlo Mazza, che gli avevano prenotato una visita presso il Cim proprio il giorno successivo a quello dell’arresto. In carcere il giovane, che avrebbe gravi problemi mentali, in questi giorni avrebbe già avuto dei colloqui con gli psicologi. 

A quanto è dato sapere in Italia non vuole restare, tanto che tempo fa, a Fiumicino, avrebbe superato le barriere di sicurezza, tentando di mischiarsi ai passeggeri in partenza, per imbarcarsi su un volo diretto in Francia. Tentativo che è stato ovviamente immediatamente bloccato dagli addetti alla sicurezza dell’aeroporto internazionale.

Non è chiaro se, come ha detto al difensore d’ufficio Stefania Sensini, voglia tornare in Mali dai suoi genitori. 

Di lui si sa che parla solo francese e che è un senza fissa dimora, a Viterbo da almeno un paio di mesi, durante i quali si è appoggiato per dormire alla sala d’attesa della stazione di Porta Fiorentina, con una richiesta di asilo politico a Napoli, il cui decorso ora spetta al tribunale verificare, per conoscere il suo status sul territorio nazionale in vista del processo. 


Il comando Polfer della stazione di Porta Fiorentina

In tutto il Lazio sono circa 650 gli uomini della Polfer che fanno capo al compartimento di polizia ferroviaria di Roma dal quale, dalla Termini in giù, dipendono tutte le stazioni presenti sul territorio regionale. Si tratta dell’unico reparto di polizia ad operare nelle stazioni e lungo la rete ferroviaria.

Dal primo febbraio 2017, comandante del posto di polizia di Viale Trento-Porta Fiorentina è il sostituto commissario Marco Buttinelli, a capo di una squadra di nove agenti. Sono invece una ventina i poliziotti impiegati presso lo snodo ferroviario di Orte Scalo. 

Il personale della polizia ferroviaria di Porta Fiorentina, oltre a occuparsi della vigilanza sulle stazioni, effettua anche il servizio di scorta a bordo dei treni viaggiatori diretti da Viterbo a Roma (Ostiense, San Pietro e Tuscolana) e viceversa, sia di mattina che nel pomeriggio, oltre a occuparsi di servizi a lunga percorrenza. 

La Polfer è competente per la rilevazione e le indagini sugli incidenti ferroviari, ed indaga su tutti i reati che avvengono in ambito ferroviario, con apposite squadre investigative.


Articoli: Picchia poliziotti a porta Fiorentina, a Fiumicino si era lanciato contro un aereo [7] – Poliziotti aggrediti alla stazione di Porta Fiorentina [8]


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]