--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Comune - In terza commissione il sindaco Arena sui contenziosi con l'impresa - Un passaggio molto delicato mentre si lavora al prossimo bando - Presentato il nuovo dirigente all'Ambiente Monaco

“Più utenze, Viterbo Ambiente chiede 8 milioni”

Viterbo - Comune - Terza commissione

Viterbo – Comune – Terza commissione

Eugenio Monaco

Eugenio Monaco

Viterbo - Comune - Terza commissione

Viterbo – Comune – Terza commissione

Viterbo – (g.f.) – Viterbo Ambiente – comune, si va in tribunale.

Non tornano i conti sulle maggiori utenze da servire, tra impresa che si occupa di nettezza urbana e palazzo dei Priori.

“Andremo in causa – spiega il sindaco Giovanni Arena – l’impresa contesta il numero di utenze, lavorano su 30mila in base all’appalto, contestano che ce ne siano diecimila in più. La richiesta per questi anni è di otto milioni di euro”.

C’è invece, l’accordo per lavori che l’amministrazione riconosce a Viterbo Ambiente. Svolti, ma fuori dal capitolato d’appalto. Procedura partita con la precedente amministrazione.

“Ieri – svela Arena – ho fatto l’ultima furibonda riunione. Ho dato il meglio di me stesso”. Clima teso. “Comunque, l’accordo è raggiunto, per 900mila euro dal 2014. Sull’altro fronte, invece, va avanti la causa”.

Nel frattempo, il comune lavora al nuovo bando e in commissione c’è chi si pone il problema, in presenza di un contenzioso, se la ditta uscente possa partecipare. “Da quanto mi risulta – osserva Arena – possono partecipare all’appalto”.

Su numero d’utenze, Giacomo Barelli qualche domanda se la pone: “Si sono sbagliati nel conteggio? Noi abbiamo un obbligo istituzionale per capire cosa sia successo, è fondamentale”.

Non passerà molto tempo. “La cartina di tornasole – spiega Alvaro Ricci (Pd) – sul numero di utenze si avrà col nuovo appalto. La cifra che uscirà avrà un valore enorme anche sul contenzioso in corso. Un elemento rilevantissimo”. Se il numero del vecchio bando sarà confermato si trascinerà una situazione che ha dato il via alla querelle legale, se dovesse essere aggiornato in modo significativo, in qualche modo andrà incontro alla tesi di Viterbo Ambiente. Che chiede otto milioni. 

Seduta di commissione pesante, in cui ha fatto il suo esordio, per un saluto, il nuovo dirigente all’Ambiente, Eugenio Monaco.

10 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR