--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Le case popolari dove la vigilia di Natale è divampato l'incendio che ha ucciso Alieu Jallow sono ancora inagibili - Pare però che qualcuno sia tornato ad abitarci

Quanto tempo ci vuole per riavere casa?

di Daniele Camilli

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:


Viterbo - Le case popolari del Carmine dove è divampato l'incendio

Viterbo – Le case popolari del Carmine dove è divampato l’incendio

Viterbo - Incendio in una palazzina al Carmine

Viterbo – Incendio in una palazzina al Carmine

Viterbo - Incendio in una palazzina al Carmine

Viterbo – Incendio in una palazzina al Carmine

Viterbo - Incendio in una palazzina al Carmine

Viterbo – Incendio in una palazzina al Carmine

Viterbo - Le case popolari del Carmine dove è divampato l'incendio

Viterbo – Le case popolari del Carmine dove è divampato l’incendio

Viterbo – Quanto tempo ci vuole per riavere casa? La domanda viene in mente guardando l’ingresso della palazzina al civico 50 di via Vico Squarano, quartiere Carmine Viterbo, dove la notte tra il 23 e il 24 dicembre dell’anno scorso un incendio ha provocato la morte del ventenne Alieu Jallow.


Video: Incendio in una palazzina al Carmine – Fotocronaca: I locali andati a fuoco nella palazzina al Carmine – A fuoco appartamento, muore ventenne


Dal giorno dopo, le case popolari di proprietà del comune sono ancora sigillate. Davanti alla porta dello stabile le transenne e la scritta “Immobile inagibile. Vietato l’accesso”. Dentro i locali andati a fuoco rimasti tali e quali. Su per le scale i muri sono anneriti dal fumo provocato dalle fiamme. Ci sono anche i sigilli col nastro bianco e rosso ad impedire l’accesso nel magazzino dove l’incendio è divampato.

Da quel tragico momento è passato quasi un mese. Ma le transenne stanno ancora lì. Nel frattempo però, stando alle testimonianze raccolte sul posto, sembra che qualche inquilino sia ritornato ad abitarci. D’altronde la casa è un diritto. Dentro ci sono cose e affetti. E soprattutto un tetto.

Le transenne sono state spostate, come per lasciar passare le persone. Il portone è aperto e accanto c’è pure una sedia di fronte alle sbarre. Per sedersi e starsene un po’ al sole quando c’è e fare due chiacchiere con il vicino.

Quanto tempo ancora deve passare affinché le famiglie possano ufficialmente rientrare a casa? L'”immobile” è sempre “inagibile”? Che significa poi inagibile? Che chi ci mette piede rischia di vederselo crollare addosso? Oppure si tratta solo di riportarlo allo stato originario ripulendo il pian terreno rimasto tale e quale al giorno dopo che è scoppiato l’incendio? Perché in tutte queste settimane non è stato sistemato?

Daniele Camilli


Condividi la notizia:
21 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR