--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Anche tu redattore - La segnalazione di Sabino Buzi e il racconto di... Arturo

Spinosa si nasconde in un condominio, viene salvata e rimessa in libertà

Condividi la notizia:

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

La spinosa Arturo

Tuscania – Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di Sabino Buzi – Salve… mi hanno chiamato Arturo, non so come sono arrivato in questo condominio, forse per colpa dei tanti spari di Capodanno che mi hanno fatto perdere l’orientamento.

Non sto male, ma ho tanta paura di finire in padella. Una signora del condominio, gentilissima, ha chiesto aiuto ai volontari del Rifugio speranza ed è venuto subito qualcuno.

Un uomo mi ha subito fotografato e ha cercato di mettermi al riparo in una scatola, ma io ho tanta paura e mi sono difeso coi miei aculei, allora l’uomo ha continuato a fotografare, e telefonava, telefonava, telefonava.

Verso le 13, dopo non so quanti discorsi ho ascoltato, finalmente è arrivata l’auto della polizia locale seguita da un furgone: sono scese molte persone quindi mi sono dovuto arrendere, sono entrato, con un po’ di problemi, in un grosso fusto di plastica nero e mi hanno caricato sul furgone.

Non ero molto tranquillo ve lo posso garantire, ma dopo dieci minuti il furgone si è fermato, mi hanno prelevato e poggiato in terra.

Ho annusato con il mio grosso tartufo il profumo del bosco, quasi non ci credevo, ero un po’ imbranato all’inizio, ma il profumo della libertà mi ha fatto prendere coraggio e mi sono allontanato nel bosco.

Saluto e ringrazio tutti. La polizia locale, il comandante della stazione dei carabinieri, Massimiliano Ciripicchio e Bruno Pompei.

Vostro amico per sempre Arturo


Anche tu redattore – le segnalazioni dei lettori

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni situazione interessante giornalisticamente.

Un ingorgo nel traffico, una festa, una sagra, un incidente, un incendio o qualsiasi situazione che secondo voi merita attenzione a Viterbo e in tutta la Tuscia. Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe con nome e cognome inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Anche tu redattore”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico. Le foto e i video devono essere realizzate da chi fa la segnalazione. 

Puoi inviare foto, video e segnalazioni a redazione@tusciaweb.it. In questo caso i testi vanno inviati in allegato in word.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.

Tutti i materiali inviati alla redazione, attraverso qualsiasi forma e modalità, si intendono utilizzabili in ogni forma e modo e pubblicabili. I materiali non vengono restituiti. Le foto verranno marchiate con “Tusciaweb copyright”.


Condividi la notizia:
4 gennaio, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR