--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Quinto Mazzoni (Pd) attacca: " Ogni volta che si progetta non si guarda mai alla salute e all'incolumità pubblica"

“Struttura deteriorata e fatiscente vicino a dove sorgerà la nuova Pump Truck”

Condividi la notizia:

Montalto di Castro - Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell'area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro – Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell’area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro - Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell'area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro – Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell’area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro - Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell'area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro – Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell’area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro - Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell'area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro – Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell’area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro - Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell'area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro – Il complesso in stato di abbandono nei rpessi dell’area dove sorgerà la nuova Pump Truck

Montalto di Castro – Riceviamo e pubblichiamo – E così sia! Non un progetto, non un intervento, non un’idea senza macchia e senza ombra. Anche questa volta, nelle sue migliori intenzioni l’amministrazione toppa.

Ed è così che un’idea, utile e graziosa nei suoi tanti aspetti, perde di brillantezza ed entusiasmo.
Sì tratta della realizzazione del Giardino Pump Truck, in via Enrico Fermi nei pressi del complesso ex Case Enel.

Un progetto volto alla fruizione “dei giovani dai dieci anni in su”, racconta l’assesore ai Lavori Pubblici, Giovanni Corona, e sicuramente, secondo me, un modo per farli crescere all’aria aperta e lontani dalle tecnologie che creano dipendenza (tablet, smartphone, PlayStation…) e li allontana dalla socializzazione e dal contatto umano, se non fosse che l’aria è più nociva delle onde magnetiche.

Infatti, a pochi metri dall’area, in cui sorgerà la nuova Pump Truck, c’è un complesso in stato di abbandono, con una tettoia in eternit quasi completamente deteriorata e fatiscente.

Questo fa sì che vengano rilasciate nell’aria fibre di amianto altamente nocive, respirate inequivocabilmente da chiunque si trovi nei paraggi. Queste fibre colpiscono i polmoni e la pleura, provocando il cancro, nella forma più grave il mesotelioma, e l’asbestosi, malattia cronica.

In tutto questo va ricordato che è stato provato che è possibile contrarre queste malattie anche con basse esposizioni, e che nei pressi della struttura in questione molte sono le abitazioni residenziali presenti.

C’è da aggiungere che tale costruzione fatiscente presenta una recinzione trasandata e con spuntoni in ferro all’altezza del volto di un bambino. Ogni volta che si fa o si progetta qualcosa, insomma, non si guarda mai alla salute e all’incolumità pubblica.
Assessore Corona, ricordi: errare è umano ma perseverare è diabolico!

Quinto Mazzoni
Consigliere comunale Pd


Condividi la notizia:
6 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR