--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L’iniziativa inaugurata ieri allo Spazio pensilina sarà aperta al pubblico fino al 6 febbraio - FOTO

Tanti colori e opere all’uncinetto, è Yarn bombing in mostra

di Michele Mari

Condividi la notizia:


Viterbo - La mostra di Yarn bombing

Viterbo – La mostra di Yarn bombing

Viterbo - La mostra di Yarn bombing - Roberta Sperduti - Laura Antonini - Vincenzo Icastico

Viterbo – La mostra di Yarn bombing – Roberta Sperduti – Laura Antonini – Vincenzo Icastico

Viterbo - La mostra di Yarn bombing

Viterbo – La mostra di Yarn bombing

 

Viterbo - La mostra di Yarn bombing

Viterbo – La mostra di Yarn bombing

Viterbo – Fenicotteri, fiori, meduse, cactus realizzati all’uncinetto e tante decorazioni: è Yarn bombing in mostra.

Ieri pomeriggio è stata inaugurata l’esposizione allo Spazio pensilina di Viterbo realizzata dell’associazione Yarn bombing presieduta da Roberta Sperduti.

La mostra, piena di tante decorazioni e colori, ripercorre i quattro anni di vita dell’associazione composta da tredici donne che, lavorando all’uncinetto, realizzano opere significative e particolari.

Si va dai fenicotteri alle ninfee, dalle meduse ai catus. Ma non solo. Ci sono gli acchiappasogni, papaveri, cuori, palline colorate, decorazioni e pannelli illustrativi delle iniziative a cui l’associazione ha partecipato negli ultimi quattro anni. Un’esplosione di colori e di vivacità, ma con uno sguardo attento alla sensibilizzazione su temi e ricorrenze importanti.

Ha introdotto l’inaugurazione la presidente dell’associazione Yarn bombing Roberta Sperduti.

“Questa mostra è un riassunto di quattro anni dell’associazione – ha detto Roberta Sperduti -. Stiamo diventando un gruppo sempre più numeroso. Noi facciamo street art e coloriamo la città con la tecnica dell’uncinetto e dei ferri con una rivisitazione in chiave moderna per creare opere inusuali. Per il 2019 abbiamo in cantiere molti progetti che vi sveleremo in futuro”.

Nella mostra ci sono molti pannelli che ripercorrono le iniziative più significative a cui l’associazione ha partecipato: dal rivestimento degli alberi al parco della querce alla notte della candele 2018 di Vallerano, da San Pellegrino in fiore al concerto di Natale. Tra i progetti più caratteristici, lo scorso novembre le donne dell’associazione hanno realizzato l’opera-tributo ai caduti della Grande Guerra con tantissimi papaveri rossi che sbocciavano all’interno di scarponi militari.

E proprio quest’opera è stata d’ispirazione al monologo teatrale andato in scena ieri pomeriggio durante l’inaugurazione “Ninetta mia morire di maggio…” di Laura Antonini con le musiche di Vincenzo Icastico.

All’inaugurazione erano presenti decine di persone che sono rimaste meravigliate dalla bellezza delle opere realizzate con la tecnica dell’uncinetto.

La mostra rimarrà aperta tutti i giorni fino al 6 febbraio dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19 con il fine di sensibilizzare, con opere altamente colorate e decorative, su particolari temi e ricorrenze.

Michele Mari


Condividi la notizia:
27 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR