Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci 2018 - Politica - Vetralla - Intervista al sindaco Franco Coppari

“Abbiamo trovato un comune fortemente indebitato…”

Condividi la notizia:

Monte Romano - Il sindaco di Vetralla Franco Coppari

Monte Romano – Il sindaco di Vetralla Franco Coppari

Vetralla - Carlo Postiglioni e Franco Coppari

Vetralla – Carlo Postiglioni e Franco Coppari

Vetralla

Vetralla

Vetralla - La discarica di Cinelli vista dall'alto

Vetralla – La discarica di Cinelli vista dall’alto

Vetralla - L'interno della chiesa di Foro Cassio

Vetralla – L’interno della chiesa di Foro Cassio

Vetralla - Tosini e Coppari

Vetralla – Flaminia Tosini e Franco Coppari

Trasversale - Il sindaco di Vetralla Coppari, quello di Tarquinia Mazzola e di Monte Romano, Testa

Trasversale – Il sindaco di Vetralla Coppari, quello di Tarquinia Mazzola e di Monte Romano, Testa

Vetralla – È un’amministrazione che nasce dall’alleanza tra un movimento civico, Passione civile, messo in piedi nel 2010, e il partito democratico, uno dei pochi che non ha mai chiuso il circolo. Passione civile si era già candidata nel 2011. Da sola, sempre con Franco Coppari. E per poco non vinceva. Cinque anni dopo, e dopo anni di battaglie, ha vinto. E nel 2015 Franco Coppari è diventato sindaco di Vetralla. Un paese che, a parte la parentesi di Massimo Marconi, dagli anni novanta è stato governato dal centro destra di Sandrino Aquilani. “Siamo per l’integrazione nella società civile dei richiedenti asilo e per la rimozione di qualsivoglia barriera di razza, etnia o religione”, ha sottolineato il primo cittadino di Vetralla.

Sindaco Coppari, cosa ha trovato una volta entrato in Comune?
“La nostra è una amministrazione che nasce sotto la sigla ‘Vetralla Passione Comune’ con candidato sindaco il sottoscritto, in cui confluiscono diverse componenti. La lista civica Passione civile (già presente alle elezioni amministrative 2011, Partito democratico, Sel e singoli cittadini non precedentemente schierati in formazioni politiche, accomunati dalla volontà di perseguire un rinnovamento della prassi politico-amministrativa locale. Il risultato è stato soddisfacente, perché, dopo anni di amministrazioni di centrodestra, soprattutto dei ‘soliti noti’, si è aperta una parentesi di novità”.

Quindi in comune cosa ha trovato?
“Abbiamo trovato, devo dire senza sorpresa, un comune fortemente indebitato. Paghiamo infatti una rata annua di circa 750 mila euro per mutui contratti dal 1980 in poi. Per quanto riguarda poi la struttura amministrativa, abbiamo trovato un comune penalizzato dalla penuria di risorse umane. Basta confrontare l’organico dei dipendenti con quello in dotazione al comune di Montefiascone. Praticamente il doppio di Vetralla, a parità di popolazione residente.Inoltre abbiamo trovato una serie di criticità amministrative, come la mancata collocazione nel patrimonio dell’ente di diverse strutture di pubblico utilizzo, scuole, impianti sportivi, dimore storiche,con le difficoltà conseguenti di ottenere fondi per la loro valorizzazione. Valga per tutti l’esempio della necropoli di Grotte porcina, che non risulta essere mai stata acquisita nei beni patrimoniali comunali. Per non parlare di numerose utenze di telefonia, elettricità, gas. Alcune non sono più utilizzate, altre non sono di competenza dell’ente. Erano però tutte a carico del comune, per importi di diverse migliaia di euro all’anno”.

Ci sono dei risultati che siete riusciti ad ottenere?
“Siamo intervenuti sulla struttura organizzativa del personale dipendente per ottimizzare la funzionalità della macchina amministrativa rispettando e valorizzando le diverse professionalità, senza però dimenticare di cogliere tutte le opportunità per rafforzare una pianta organica con nuove assunzioni. Siamo intervenuti sulla viabilità, sia comunale, come via della Veronica, Mazzacotto, Fosso grande, Corneto, con risorse proprie. Sia attraverso accordi e sinergie con Regione-Astral, Anas e Provincia per la sistemazione della Cassia del raccordo Cura, Tre Croci, Tobia. Abbiamo poi effettuato interventi per la messa in sicurezza di diversi edifici scolastici comunali. Siamo intervenuti sul fosso di Setano per la messa in sicurezza da rischio idrogeologico. Stiamo inoltre programmando la messa in sicurezza definitiva della ex discarica del Cinelli”. 

Il comune di Vetralla era anche uno di quelli messi peggio con l’arsenico…
“Possiamo dire con soddisfazione, grazie anche a Talete, da circa un anno e mezzo l’acqua a Vetralla è di nuovo potabile. Il problema dell’arsenico non c’è più”.

Commercio, cultura politiche sociali sono altri ambiti importanti per la vita di un comune. Quali i risultati raggiunti da Vetralla in questi settori?
“Abbiamo partecipato con successo al bando per le reti d’impresa che ci permetterà di sviluppare il progetto per la creazione del Giardino d’inverno, vale a dire un’area eventi situata nei pressi di piazza della Rocca e delle mura castellane. Abbiamo inserito il complesso di Foro Cassio fra le dimore d’epoca. Abbiamo poi riaffermato il ruolo che compete a Vetralla come snodo della via Francigena. Stiamo, forse per la prima volta nella storia del comune, preparando l’affido degli impianti sportivi alle società utilizzatrici. L’amministrazione comunale é in costante rapporto con la Direzione Asl e con i comuni limitrofi per il mantenimento del ruolo di capofila del distretto socio-sanitario con la dotazione dell’ufficio di piano, del Poliambulatorio specialistico, del Consultorio materno-infantile e della guardia medica, nonché con ARES per collocazione definitiva della postazione 118. Da ultimo vorrei sottolineare il ruolo svolto dalle donne. Due assessorati sono gestiti da donne, così come la presidenza del consiglio. Vetralla ha da circa un anno una Casa delle donne situata in un edificio messo a disposizione dall’amministrazione per la creazione di uno sportello-punto di ascolto per il supporto contro la violenza di genere.

Infine il diritto all’accoglienza. Cosa pensa del decreto sicurezza del ministro Matteo Salvini? 
“Noi siamo per l’integrazione nella società civile dei richiedenti asilo e per la rimozione di qualsivoglia barriera di razza, etnia o religione. A conferma di tale orientamento abbiamo intitolato recentemente la scuola media di Cura a Saturno Cecchini e Derna Peruzzi, di Vetralla, due Giusti fra le nazioni. Per aver aiutato e salvato dalla deportazione e dallo sterminio una famiglia di origine ebraica durante il secondo conflitto mondiale”.

Daniele Camilli


Condividi la notizia:
8 gennaio, 2019

Bilanci 2018 ... Gli articoli

  1. "Oggi in politica c'è troppa impreparazione..."
  2. "72 cani adottati e 72mila euro risparmiati dal comune"
  3. "Oltre 500 paganti a sera, il Tuscia film fest si conferma un evento molto seguito"
  4. "Aziende e università devono collaborare per avere prodotti esclusivi"
  5. “Per il 2019 vogliamo far conoscere il corteo storico all'Italia”
  6. "Subito operativa la legge regionale sulla rigenerazione urbana"
  7. "Non posso non pensare alle tante battaglie per migliorare la giustizia..."
  8. "15 nuovi pompieri, ripresa dei lavori alla caserma e un progetto con l'Aves"
  9. "Digitalizzazione, nel 2018 erogati 160mila euro di voucher a fondo perduto"
  10. "Il 'modello Lazio' è la chiave per rilanciare il centrosinistra nazionale"
  11. "In un anno e mezzo finanziate 100 aziende col microcredito"
  12. "Nella Tuscia la droga viene spacciata perché viene consumata"
  13. “Export: bene la ceramica, stabile il tessile, male l’agricoltura”
  14. "Abbiamo assoluto bisogno di infrastrutture perché Viterbo è isolata"
  15. "Nell’artigianato dopo tanti anni è riapparso il segno più"
  16. "Un piano regolatore del turismo, più pubblicità per il territorio e gioco di squadra"
  17. "Oltre alla qualità dobbiamo vendere un pezzettino di territorio"
  18. "Viterbo Terme è il futuro di questa città e dell’indotto su tutto il territorio"
  19. "La provincia ha bisogno di risorse, il personale è allo stremo"
  20. "Tutto il mio impegno per le infrastrutture e il rilancio di agricoltura, economia e turismo"
  21. "Civita e Bagnoregio diventeranno lo snodo turistico e viario di tutta la Tuscia"
  22. "Una lista di FdI a Tarquinia e Civita e un candidato della Tuscia alle Europee"
  23. "Noi abbiamo un'idea di città... Arena no"
  24. "Il centro storico è stato e sarà la nostra prima priorità"
  25. "Scuola laica, tutela dei diritti e rispetto dei lavoratori"
  26. Meno allenatori, 17 vittorie e il sogno serie B andato avanti fino a giugno
  27. "Nei comuni al voto la Lega andrà da sola col suo simbolo"
  28. "Ex Terme Inps, il 2019 sarà l'anno del rilancio"
  29. "La Scarabeo è in un vicolo cieco"
  30. "La nostra qualità non ha competitor al mondo..."
  31. "Nel 2018 meno reati ma più controlli e arresti"
  32. "Vogliamo anche il viadotto autostradale sul Tevere"
  33. "Trasversale, aspettiamo il definitivo via libera noi siamo pronti"
  34. "Nel 2018 meno reati e arresti raddoppiati"
  35. "Per questo secondo anno di amministrazione il lavoro è stato intenso"
  36. "Diminuiti gli incendi grazie alle segnalazioni sempre più precise..."
  37. Camilli: "Ci hanno massacrato ma abbiamo una rosa per puntare a tutto"
  38. Viterbese, il giocatore dell'anno è Luca Baldassin
  39. "Meno fenomeni e più carattere, ecco la nostra ricetta"
  40. "La Tuscia è un cimitero, due morti per ogni nato"
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR