--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci 2018 - Politica - Viterbo - Intervista al senatore di Forza Italia Francesco Battistoni

“Tutto il mio impegno per le infrastrutture e il rilancio di agricoltura, economia e turismo”

Condividi la notizia:

Francesco Battistoni

Francesco Battistoni

Viterbo – “La manovra del governo non ci piace e vorrei stendere un velo pietoso sulla modalità con cui è stata portata in aula che è un attacco alla democrazia rappresentativa”. “Le battaglie per la Tuscia sono appena iniziate, a partire dallo sviluppo delle infrastrutture, passando per il commercio e il turismo”. “Arena è un sindaco attento e presente come non si vedeva da anni”. “La buona politica, è un’altra cosa rispetto al modello dei 5 stelle”. Francesco Battistoni, senatore di Forza Italia, fa un bilancio dell’attività politica portata avanti in questo anno e per i prossimi ribadisce il suo impegno e la volontà di esserci per il suo territorio.

Nel 2018 è stato eletto senatore. Ci può fare un bilancio di questi mesi di attività politica?
“L’avvicinarsi di un nuovo anno – dice Battistoni – impone sempre riflessioni e bilanci sugli anni precedenti. Per quel che mi riguarda, ritengo il 2018 un anno positivo, molte cose sono state fatte, ma molte altre sono in cantiere per l’anno che verrà. L’attività del Senato sarà fitta, perché ci aspetta l’esame di provvedimenti importanti, ma noi di Forza Italia siamo pronti a combattere per tutelare gli interessi dei cittadini che hanno visto disattese le promesse fatte dal governo e che rischiano di pagare caro sulla propria pelle i risultati di scelte scellerate”.

Come giudica la manovra del governo?
“Questa manovra non ci piace. Non solo non ci sono investimenti e sostegno alle imprese, vero cuore pulsante della nostra economia, bensì un attacco alle no profit che vedono raddoppiarsi le imposte da pagare, ma soprattutto il reddito di cittadinanza presenta non pochi problemi di attuazione, oltre ad una iniquità di fondo. Stiamo parlando di incentivare, in un paese in cui l’economia sommersa ancora la fa da padrona, la possibilità di non lavorare, non solo per persone adulte, ma soprattutto per i giovani che dovrebbero e vorrebbero produrre e a cui rischiamo di dare un segnale sbagliato. Infine, vorrei stendere un velo pietoso sulla modalità con cui è stata portata in Aula questa manovra, senza passare per le commissioni; un fatto gravissimo che non si era mai verificato prima e che ha, sostanzialmente, inibito il confronto e la conseguente attività migliorativa propria dei lavori di commissione. Lo ritengo sbagliato, oltre che un attacco alla democrazia rappresentativa”.

Quali sono le battaglie portate avanti per la Tuscia e quali i risultati raggiunti?
“Le battaglie per la Tuscia sono appena iniziate, a partire dallo sviluppo delle infrastrutture, altra grande lacuna del programma di governo, per cercare di aiutare il commercio ed il turismo del nostro territorio. Stiamo cercando di far vedere luce al completamento della Trasversale Orte – Civitavecchia, di far fermare il Frecciarossa ad Orte, per collegare più velocemente ai cittadini viterbesi sia Roma che Milano, di raddoppiare la Cassia Bis da dopo Monterosi ed atro ancora.

Inoltre, ci siamo esposti a più livelli per salvaguardare l’interesse della Tuscia a non diventare la succursale dei rifiuti di Roma che, dopo l’incendio al Tmb Salario, rischia di far diventare un caso straordinario di sussidiarietà in ordinario. Per quanto riguarda il quadro nazionale, invece, sono molto contento che sia stato accettato, come raccomandazione, l’ordine del giorno che ho presentato come primo firmatario in commissione Agricoltura per avere un fondo ad hoc che possa ristorare gli agricoltori colpiti dal maltempo, fra cui quelli del Viterbese, che hanno visto annientare il proprio lavoro e la possibilità di avere alcun profitto ed un fondo supplementare per aiutare le regioni a risarcire i danni da fauna selvatica”.

Un suo giudizio sull’amministrazione Arena e gli scossoni di questi primi mesi di mandato.
“L’amministrazione Arena non ha ricevuto particolari scossoni, credo rientri tutto nella normale amministrazione. Giovanni è un ottimo sindaco, i cittadini lo apprezzano e lui non manca un appuntamento o un momento di incontro con i viterbesi, è questo che conta, quello che vogliono i cittadini, un sindaco attento e presente come non si vedeva da anni”.

Forza Italia, come è cambiato il partito in questi anni?
“Forza Italia, come tutti i partiti, sta subendo dei cambiamenti, a partire dalla scelta dei suoi parlamentari che, lo ricordo, sono nuovi eletti per il 70%, fino ad arrivare alla rinnovata stagione congressuale che porterà un maggior radicamento sul territorio. Ritengo, però, che sia un errore quanto stanno facendo gli altri partiti di opposizione, ovvero rincorrere il modello 5 stelle fatto per lo più di propaganda e comunicazione social. Piuttosto, credo che, più o meno velocemente, ci sarà un ritorno alla vecchia politica, fatta di territori e di azioni concrete, non solo proclami che poi vengono disattesi. La comunicazione è importante, direi fondamentale, ma la realtà gioca un ruolo altrettanto decisivo e i risultati di questa manovra non stenteranno ad arrivare e saranno funesti per molti italiani che si sveglieranno e si renderanno conto da soli che la politica, la buona politica, è un’altra cosa rispetto a tutto questo”.

Come si sta preparando FI per le Europee e il voto nei comuni della Tuscia?
“Forza Italia, che a Viterbo ha il suo peso specifico, essendo ancora nell’ultima tornata elettorale il primo partito, ha la fortuna di avere un uomo come Antonio Tajani a rappresentare il territorio dell’Italia centrale. L’impegno del presidente Tajani in Europa è, come dimostrano i sondaggi, apprezzato dalla maggior parte degli italiani che riconosco in lui e nel suo ruolo autorevole un argine alla deriva populista e sovranista a cui stiamo assistendo e che, ne è una riprova la manovra di governo, non ha sortito gli effetti sperati, anzi.
L’Europa è imprescindibile per la nostra economia, ma soprattutto, l’Europa siamo tutti noi, è ogni singola nazione che ne fa parte e che insieme decide dove andare e che politiche attuare, nel rispetto, per quanto possibile, delle singole attitudini e necessità. Per questo è importante scegliere persone che sappiano come muoversi, che siano autorevoli e che possano far sentire la voce dell’Italia e dei suoi cittadini. Forza Italia in questo ha una carta vincente, un asso nella manica, il suo vicepresidente Antonio Tajani che, nello scenario attuale, non ha eguali”.

Su cosa si concentrerà il suo impegno per il 2019 e quali prospettive vede per il nostro territorio?
“Il mio impegno per il 2019, 2020 e negli anni a venire sarà quello di esserci, di continuare a stare sul mio territorio. In questi mesi non c’è stata una settimana in cui non sono stato sul mio collegio.

Lo avevo promesso in campagna elettorale e voglio tener fede a questo impegno, così come porterò avanti le altre battaglie che ho già annunciato per le infrastrutture e il rilancio dell’economia e del turismo. Inoltre, in qualità di responsabile del dipartimento nazionale Agricoltura di Forza Italia, sto valutando una serie di progetti e proposte di legge volte a migliorare l’attuale impianto agricolo, da troppo tempo privo di un concreto sostegno da parte dello Stato, che sembra aver dimenticato l’importanza e la centralità di questo settore.

Nei prossimi mesi ne sentirete parlare approfonditamente, per adesso, invece, vorrei approfittare per fare a tutti i miei migliori auguri di buon anno nuovo”.


Condividi la notizia:
2 gennaio, 2019

Bilanci 2018 ... Gli articoli

  1. "Oggi in politica c'è troppa impreparazione..."
  2. "72 cani adottati e 72mila euro risparmiati dal comune"
  3. "Oltre 500 paganti a sera, il Tuscia film fest si conferma un evento molto seguito"
  4. "Aziende e università devono collaborare per avere prodotti esclusivi"
  5. “Per il 2019 vogliamo far conoscere il corteo storico all'Italia”
  6. "Subito operativa la legge regionale sulla rigenerazione urbana"
  7. "Non posso non pensare alle tante battaglie per migliorare la giustizia..."
  8. "15 nuovi pompieri, ripresa dei lavori alla caserma e un progetto con l'Aves"
  9. "Digitalizzazione, nel 2018 erogati 160mila euro di voucher a fondo perduto"
  10. "Il 'modello Lazio' è la chiave per rilanciare il centrosinistra nazionale"
  11. "In un anno e mezzo finanziate 100 aziende col microcredito"
  12. "Nella Tuscia la droga viene spacciata perché viene consumata"
  13. "Abbiamo trovato un comune fortemente indebitato..."
  14. “Export: bene la ceramica, stabile il tessile, male l’agricoltura”
  15. "Abbiamo assoluto bisogno di infrastrutture perché Viterbo è isolata"
  16. "Nell’artigianato dopo tanti anni è riapparso il segno più"
  17. "Un piano regolatore del turismo, più pubblicità per il territorio e gioco di squadra"
  18. "Oltre alla qualità dobbiamo vendere un pezzettino di territorio"
  19. "Viterbo Terme è il futuro di questa città e dell’indotto su tutto il territorio"
  20. "La provincia ha bisogno di risorse, il personale è allo stremo"
  21. "Civita e Bagnoregio diventeranno lo snodo turistico e viario di tutta la Tuscia"
  22. "Una lista di FdI a Tarquinia e Civita e un candidato della Tuscia alle Europee"
  23. "Noi abbiamo un'idea di città... Arena no"
  24. "Il centro storico è stato e sarà la nostra prima priorità"
  25. "Scuola laica, tutela dei diritti e rispetto dei lavoratori"
  26. Meno allenatori, 17 vittorie e il sogno serie B andato avanti fino a giugno
  27. "Nei comuni al voto la Lega andrà da sola col suo simbolo"
  28. "Ex Terme Inps, il 2019 sarà l'anno del rilancio"
  29. "La Scarabeo è in un vicolo cieco"
  30. "La nostra qualità non ha competitor al mondo..."
  31. "Nel 2018 meno reati ma più controlli e arresti"
  32. "Vogliamo anche il viadotto autostradale sul Tevere"
  33. "Trasversale, aspettiamo il definitivo via libera noi siamo pronti"
  34. "Nel 2018 meno reati e arresti raddoppiati"
  35. "Per questo secondo anno di amministrazione il lavoro è stato intenso"
  36. "Diminuiti gli incendi grazie alle segnalazioni sempre più precise..."
  37. Camilli: "Ci hanno massacrato ma abbiamo una rosa per puntare a tutto"
  38. Viterbese, il giocatore dell'anno è Luca Baldassin
  39. "Meno fenomeni e più carattere, ecco la nostra ricetta"
  40. "La Tuscia è un cimitero, due morti per ogni nato"
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR