--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - I fedeli potranno adorare la reliquia scortata a Viterbo il prossimo 3 marzo

Gli alpini viterbesi al lavoro per la cerimonia in ricordo di Carlo Gnocchi

Condividi la notizia:

Gli alpini viterbesi al lavoro per la cerimonia in ricordo di Carlo Gnocchi

Gli alpini viterbesi al lavoro per la cerimonia in ricordo di Carlo Gnocchi

Viterbo – Le penne nere viterbesi al lavoro per la quarta cerimonia in ricordo di beato Carlo Gnocchi, alpino passato alla storia per il suo aiuto ai più sofferenti e che potrebbe salire presto agli onori degli altari con la proclamazione alla santità.

Da qualche anno il gruppo Alpini di Viterbo, sezione di Roma, presieduto dal capogruppo Franco Barillà, ha organizzato per il 3 marzo la celebrazione in occasione dell’anniversario della sua scomparsa terrena.

Il prossimo appuntamento del 2019 sarà la definitiva consacrazione dell’omaggio, con l’approvazione della Fondazione Gnocchi. Per l’occasione la città dei Papi ha avuto l’onore di ottenere la reliquia di primo grado del beato Carlo Gnocchi, consegnata al consigliere della sezione Ana di Roma e Capogruppo Alpini Viterbo Franco Barillà dal responsabile del servizio promozioni ed eventi della fondazione, Danilo Carena, al centro direzionale Beato Carlo Gnocchi di Milano.

Alla cerimonia erano presenti i rappresentanti dei Gruppi Alpini di Milano Centro, con l’alpino Fabrizio Balliana, il Gruppo Alpini Melegnano, capogruppo alpino Ferruccio Faccioli, e del Gruppo Alpini Gernusco sul Naviglio – sezione di Milano, con gli alpini Carlo Brambilla e Mariani Carlo. Presente anche il presidente della Fondazione, don Vincenzo Barbante.

La reliquia è stata scortata a Viterbo e consegnata al termine della messa di ieri mattina a don Emanuele Germani, parroco della Chiesa S.S. Valentino e Ilario, dove sarà custodita e conservata.

Tanti gli alpini che hanno presenziato con gagliardetto e labaro, supportando il capogruppo Barillà che ha ringraziato la fondazione Don Gnocchi per il prezioso dono e ricordato l’importanza della figura di don Gnocchi, uno dei quattro alpini beatificati dalla Chiesa. Gioia anche da don Emanuele che ha mostrato la reliquia sottolineandone l’importanza e annunciando che a ottobre, in occasione del decimo anniversario dalla beatificazione, sarà esposto in un reliquario a disposizione della devozione dei viterbesi che vorranno pregare e omaggiare beato Carlo Gnocchi. Il parroco ha ringraziato gli alpini per aver scelto la parrocchia di Villanova.

I fedeli potranno adorare la reliquia il prossimo 3 marzo, quando sarà esposta durante la celebrazione presieduta dal vescovo, Fumagalli, che pregherà con i fedeli nel 63esimo anniversario della morte del beato Carlo Gnocchi.


Condividi la notizia:
11 febbraio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR