--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La presidente Roberta Sperduti traccia un bilancio dell’esposizione di opere all’uncinetto andata in scena dal 26 gennaio al 6 febbraio allo Spazio pensilina

“La Yarn bombing in mostra ha avuto un successo strepitoso”

di Michele Mari
Condividi la notizia:

Viterbo - La mostra di Yarn bombing - Roberta Sperduti

Viterbo – La mostra di Yarn bombing – Roberta Sperduti

Viterbo - La mostra di Yarn bombing

Viterbo – La mostra di Yarn bombing

Viterbo – “La Yarn bombing in mostra ha avuto un successo strepitoso”.

La presidente dell’associazione Yarn bombing di Viterbo Roberta Sperduti traccia un bilancio della “Yarn bombing in mostra”, l’esposizione di opere realizzate all’uncinetto che è andata in scena dal 26 gennaio al 6 febbraio alla Spazio pensilina.

Dodici giorni dove i viterbesi di tutta la provincia, ma anche turisti, hanno potuto ammirare fenicotteri, fiori, meduse, cactus, acchiappasogni, cuori, palline e decorazioni tutti rigorosamente realizzati all’uncinetto. Un’esplosione di colori e di vivacità che hanno reso davvero affascinante e unico l’ambiente dello Spazio pensilina.

“La mostra ha avuto un successo strepitoso – spiega Roberta Sperduti -, sono state tantissime le persone che hanno visitato l’esposizione, tra i quali moltissimi turisti e stranieri, che sono rimaste affascinate dall’originalità delle opere esposte. Sui social, da Instagram a Facebook sono stati lasciati commenti molto positivi“.

La mostra ha ripercorso, tramite pannelli illustrativi, le iniziative più importanti della Yarn bombing di Viterbo: dal rivestimento degli alberi al parco delle querce alla notte delle candele 2018 di Vallerano, da San Pellegrino in fiore al concerto di Natale.

Tra i progetti più caratteristici, lo scorso novembre le donne dell’associazione hanno realizzato l’opera-tributo ai caduti della Grande Guerra con tantissimi papaveri rossi che sbocciavano all’interno di scarponi militari. Le iniziative hanno avuto sempre una particolare attenzione alla sensibilizzazione di temi e ricorrenze importanti.

“Un ringraziamento speciale – continua Roberta Sperduti – va al comune di Viterbo e all’amministrazione che ci hanno dato la possibilità di utilizzare lo Spazio pensilina per la mostra e all’ufficio stampa nella persona di Cristina Pallotta per aver organizzato la conferenza stampa. Un particolare grazie alle mie compagne di viaggio, le yarnine, e soprattutto a Cristina Martellotti che è la nostra vicepresidente. Un grazie a Vincenzo Icastico, Laura Antonini ed Emanuela Galeotti che hanno contributo a rendere magica l’inaugurazione della mostra con la messa in scena del monologo teatrale “Ninetta mia morire di maggio…” e all’Antico panificio di Pianoscarano che ha sponsorizzato l’evento con un ricco buffet. La mostra è stata molto emozionante e ci è dispiaciuto davvero tanto smontarla. Ma l’intenzione è di farla un’altra in futuro ancora più grande“.

L’associazione Yarn bombing è già proiettata alle prossime iniziative. Tutte le yarnine saranno infatti impegnate con diversi appuntamenti per “San Pellegrino in fiore”.

“Grazie alla grande risonanza che abbiamo avuto della conferenza stampa e della mostra – conclude Roberta Sperduti – sono duplicati gli associati. Questo è molto importante e ci permetterà di concretizzare i nostri progetti per il futuro. Più siamo e più sarà facile. I prossimi appuntamenti saranno realizzati nell’ambito di San Pellegrino in fiore dove abbiamo alcune iniziative e diverse cose da fare. Ne vedrete veramente delle belle”.

Michele Mari


Condividi la notizia:
7 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR