--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L’incontro si terrà a Viterbo lunedì 11 febbraio alle 16,30 nella sala incontri del Centro di documentazione diocesano

L’Italia al tempo del decreto sicurezza, al via il convegno

Condividi la notizia:

Viterbo - Il duomo

Viterbo – Il duomo

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il Tavolo per la pace di intende proporre a Viterbo un incontro pubblico dal titolo L’Italia al tempo del decreto sicurezza.

L’intento è comprendere cosa prevede la legge di conversione del decreto predisposto dal ministro Salvini in vigore dal 4 dicembre e soprattutto come cambia il modo di pensare la convivenza nelle comunità e l’idea che abbiamo della solidarietà e della multiculturalità nel nostro Paese.

La legge Salvini sulla sicurezza reca disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Interviene con particolare rigore soprattutto nei confronti di richiedenti asilo e rifugiati, giungendo sino a prevedere la sperimentazione del taser per i vigili urbani e un Daspo urbano e misure più severi per accattonaggio e altre forme di disturbi alla “quiete pubblica”.

La legge sicurezza giunge dopo altri provvedimenti come quello sulla legittima difesa, a incrementare il senso di una convivenza sempre più chiusa e diffidente.

L’incontro si terrà a Viterbo lunedì 11 febbraio alle 16,30 nella sala incontri del Centro di documentazione diocesano di piazza S. Lorenzo.

Interventi previsti sono di Enrica Rigo docente di Filosofia del diritto, Clinica dell’immigrazione e della Cittadinanza (Dip. Giurisprudenza, Università degli studi Roma Tre), Stefano Galieni giornalista, attivista per i diritti umani e dei migranti, Associazione Diritti e Frontiere Adif e Carlo Mezzetti avvocato del Foro di Viterbo impegnato nella tutela dei diritti dei migranti

Presiedono: Chiara De Carolis – Casa dei diritti sociali della Tuscia, Luca Zoncheddu – Caritas Viterbo e Luciano Osbat – Centro di documentazione diocesano.

Tavolo per la pace di Viterbo


Condividi la notizia:
8 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR