--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Manuel Bortuzzo in ospedale parla con Federica Angeli di Repubblica - Il momento in cui gli hanno sparato e il futuro: "Tornerò a studiare"

“Chi mi ha sparato non merita la mia rabbia e io tornerò a camminare”

Condividi la notizia:

Manuel Bortuzzo

Manuel Bortuzzo

Roma – “Chi mi ha sparato non merita la mia rabbia”. Manuel Bortuzzo, il ragazzo promessa del nuoto, raggiunto da colpi di pistola che per i medici lo costringeranno su una sedia a rotelle, parla con Repubblica e racconta: “Sogno soltanto di rivedere il sole”.

A Federica Angeli, del quotidiano romano parla di quello che gli è accaduto e delle conseguenze.  “In fondo poteva andarmi peggio, no? Sono vivo, questo è l’importante”.

La giornalista è andata a trovarlo in ospedale, portandogli come regalo un suo libro sulla mafia a Ostia. “Tornerò a camminare – dice Manuel – ne sono sicuro, una volta fuori da qui recupero le forze e fanculo a questa brutta storia”. 

Ripercorre quei momenti tremendi. Era in strada, l’arrivo dei due su uno scooter: “Mentre teneva la pistola puntata contro di me mi ha gridato, figlio di puttana, questa piazza adesso è nostra”. Poi gli spari. Ha realizzato di non essere lui il bersaglio, ma è stato comunque colpito. “Ho sentito lo scooter che si allontanava e i poliziotti sopra di me che mi dicevano di resistere, che era tutto ok e che i soccorsi stavano arrivando”. Poi è svenuto.

Verso i due che gli hanno sparato dice di non provare rancore: “Non provo rabbia verso di loro, non la meritano”. Manuel è al futuro che guarda. “Ricomincerò anche a studiare, avevo interrotto gli studi per il nuoto, ora li riprenderò”.


Condividi la notizia:
11 febbraio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR