--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Mauro Pacifici e Antonio Frau commentano i dati: "La Tuscia ha tutte le carte in regola per divenire un polo eco-sostenibile di produzione di frutta in guscio"

“Nocciole, aumento di prezzo inaspettato”

Condividi la notizia:

Coldiretti - Pacifici e Frau

Coldiretti – Pacifici e Frau

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – “Come volevasi dimostrare” verrebbe da dire, anche questa volta Coldiretti Viterbo ha azzeccato le previsioni sull’andamento del prezzo delle nocciole e si tratta di un aumento di prezzo  inaspettato, che in genere non si verifica in questo periodo.

Soddisfatti i dirigenti di Coldiretti Viterbo della zona dei Monti Cimini e soddisfatti il presidente Pacifici ed il direttore Alberto Frau.

“Lo avevamo previsto – sottolinea il direttore Frau – c’è voglia di made in Italy, c’è voglia di nocciola italiana, c’è voglia di qualità e trasparenza, non poteva essere altrimenti; avevamo già da tempo osservato l’andamento della domanda del prodotto di provenienza nazionale ed ogni giorno abbiamo incontrato e ascoltato le esigenze delle grandi aziende che si stavano affacciando nella nostra provincia per ritirare prodotto nazionale con sempre maggiore frequenza.

Siamo sempre stati contro l’inutile allarmismo lanciato senza dati alla mano  – prosegue Frau – dalle tante associazioni che prevedevano catastrofi economiche con l’aumento degli ettari coltivati a nocciolo, cosa che, puntualmente, non solo non si è realizzata, ma anzi sta portando i suoi frutti ai nostri associati, che da sempre si impegnano per ottenere produzioni di qualità elevatissima ed hanno iniziato un percorso virtuoso al fine di ridurre anche l’impatto ambientale delle coltivazioni di nocciolo, pianta di per se già rustica ed adattabile ai nostri territori.

C’è voglia di italianità e i nuovi prodotti che si stanno affacciando sul mercato alimentare prediligono ed utilizzano sempre di più prodotto nazionale, così come promosso da Filiera Italia Coldiretti, che da tempo sta lanciando questa nuova politica a favore dei propri associati e dei consumatori, ormai uniti in un binomio inscindibile”.

“Saremo vigili ed attenti – aggiunge il presidente Pacifici -, affinché si piantino noccioli solo ed esclusivamente sulle aree vocate a questo tipo di coltura, mantenendo la bio-diversità del territorio e promuovendo nuove tecniche di coltivazione a bassissimo impatto ambientale, insieme all’università e alle strutture economiche con le quali ci stiamo interfacciando; stessa cosa faremo per i mandorleti, che vanno promossi e rilanciati su tutta l’area litoranea e per i quali stiamo costruendo un progetto di filiera ad hoc. La Tuscia ha tutte le carte in regola per divenire un polo eco-sostenibile di produzione di frutta in guscio, che possa fungere da esempio per tutta Italia, nel rispetto dell’ambiente e dei consumatori”.

Alberto Frau
Direttore federazione provinciale Coldiretti di Viterbo


Condividi la notizia:
7 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR