--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lazio - Il consigliere Pd Panunzi, dopo l’approvazione dell’assemblea della proposta di legge di iniziativa di giunta per spostare di un anno i termini di approvazione del Piano territoriale paesistico regionale

“Ptpr: bene la proroga di un anno, ma dalle parole passiamo ai fatti”

Condividi la notizia:

I consigliere regionale Enrico Panunzi

I consigliere regionale Enrico Panunzi

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – “Bene la proroga al 14 febbraio 2020 per l’approvazione del Ptpr. Ma ora dalle parole dobbiamo passare ai fatti”.

Lo dichiara il consigliere regionale (PD) Enrico Panunzi, dopo l’approvazione dell’assemblea della proposta di legge di iniziativa di Giunta per spostare di un anno i termini di approvazione del Piano territoriale paesistico regionale.

“Attorno al Ptpr c’è grande attesa perché rappresenta uno strumento importante per dare certezze al sistema produttivo del Lazio, coniugando sviluppo economico e tutela ambientale – prosegue Panunzi -. Ma il Ptpr è un problema complesso, di norme, per così dire, piuttosto complicato da attuare, perché di fatto ci sono delle procedure di per sé di difficoltà oggettiva. E anche perché ci troviamo di fronte a un procedimento di copianificazione con il Mibact ai sensi del D.lgs 42/2004 ovvero codice Urbani. Questo tema raramente viene ricordato, ma secondo me è un elemento importantissimo”.

“Dobbiamo passare dalle parole ai fatti e dare la disponibilità, perché sono convinto, e su questo non ci sono dubbi, che qualsiasi provvedimento legislativo che approvi il Ptpr sia molto meglio della situazione attuale. – aggiunge il vice presidente della decima commissione – Ed è preferibile per un senso di responsabilità politica, per un senso di certezza e per un senso di operatività e presa di coscienza del problema, arrivare a una soluzione”.

Le responsabilità sulle proroghe sono del consiglio regionale. “Andare avanti di proroga in proroga non è colpa né dell’assessore né dei presidenti, ma è colpa dell’assemblea. – conclude Panunzi -. Vorrei che questa volta, una volta per tutte, si prenda coscienza di questo. Secondo me, è importantissimo. Spero che la disponibilità manifestata in aula si concretizzi quanto prima, per poter arrivare a un approfondimento della tematica”.

Ufficio stampa Enrico Panunzi


Condividi la notizia:
14 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR