--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Acquapendente - Il sindaco Angelo Ghinassi durante la visita del direttore generale della Asl di Viterbo Daniela Donetti

“Per il rilancio dell’ospedale siamo tutti chiamati a fare la nostra parte”

Condividi la notizia:

Acquapendente - Ospedale

Acquapendente – Ospedale

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – La mattina di venerdì 22 febbraio il direttore generale della Asl di Viterbo Daniela Donetti ha visitato l’ospedale di Acquapendente insieme al sindaco Angelo Ghinassi, sapientemente guidati da Remo Brenci, coordinatore dell’attività clinica.

E’ stato fatto un sopralluogo sugli spazi ancora non utilizzati della struttura. L’idea della Asl è quella di concentrare presso l’ospedale anche altri servizi, a partire dal consultorio, andando a qualificare e ad ampliare l’offerta. L’obiettivo è quello di integrare maggiormente tutte le attività, con un risparmio sui costi e una migliore accessibilità per gli utenti.

La visita è stata anche un’occasione di vicinanza e di confronto con gli operatori sanitari, nell’intenzione di dare ascolto a chi quotidianamente lavora dentro l’ospedale.

Donetti ha ascoltato con attenzione e preso appunti su tutte le criticità evidenziate, facendosi carico dei problemi.

Il sindaco Ghinassi ha dichiarato: “Le soluzioni non sono sempre facili e immediate, in una situazione di difficoltà della sanità che va ben oltre il nostro ospedale, ma c’è un rapporto di collaborazione con la dirigenza della Asl che ci fa ben sperare per il futuro. Donetti, che ha tutta la nostra stima, sa che ogni nostra osservazione non è mai polemica ma sempre costruttiva. Ora il quadro generale delle cose da fare è ancora più chiaro, si tratta di metterle in fila ed affrontarle una ad una, lavorando tutti nella stessa direzione.

Nel frattempo, con la disponibilità dell’associazione Avis, è stato aperto un conto corrente su cui confluiranno tutte le sottoscrizioni per l’acquisto di una Tac di nuova generazione. E’ un obiettivo primario, su cui abbiamo bisogno del concorso di cittadini, istituzioni, associazioni ed imprese. Per il rilancio dell’ospedale siamo tutti chiamati a fare la nostra parte”.

Comune di Acquapendente


Condividi la notizia:
26 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR