Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Disagi dopo i crolli al palazzo nonostante l'apertura pedonale - Arena: "Il fabbricato se non lo demoliscono i privati lo farà il comune" - Nel sottosuolo ritrovate delle ossa

Un ponteggio a via La Fontaine per far passare le auto

Condividi la notizia:

Viterbo - Crollo in via Cardinal La Fontaine

Viterbo – Crollo in via Cardinal La Fontaine

Viterbo – Un ponteggio per far passare la auto. Un po’ come per l’acqua alta a Venezia, solo che siamo a Viterbo e in via Cardinal La Fontaine, e le maree poco c’entrano.

In zona, i crolli a un palazzo hanno bloccato la viabilità e i tempi per le verifiche si preannunciano lunghi.

Dopo il secondo cedimento, la piccola apertura pedonale resta, ma in comune pensano anche ai mezzi, dopo avere raccolto il grido d’aiuto dei commercianti in zona, che registrano fatturati in picchiata.

“Devono essere effettuate tutte le verifiche del caso – osserva il sindaco Giovanni Arena – ma l’ipotesi che stiamo valutando è di un’impalcatura, un ponteggio da posizionare sulla strada nel tratto ora chiuso.

Al di sotto del manto stradale ci sono vuoti, le cantine, occorre verificare con attenzione”. Per preservare la stabilità, un ponteggio è una delle ipotesi. Nel sottosuolo sono state anche ritrovate qualche ossa, c’è chi ipotizza che possa esserci stato il cimitero della vicina chiesa.

Il ponteggio è una soluzione momentanea. Quella definitiva dovrà essere drastica. “L’abbattimento del fabbricato – precisa Arena – è interesse anche del privato, vista la situazione in cui versa. Non penso sia possibile ristrutturarlo ed è vuoto da una decina d’anni”.

I tempi potrebbero non essere brevi e la messa in sicurezza spetta ai privati. Nel frattempo, ci sono cause, fra proprietario e comune.

“Anche per il costi del ponteggio – osserva Arena – ma se non procederanno alla demolizione, vorrà dire che dovrà pensarci l’amministrazione, effettuando lavori in danno, chiedendo poi le spese ai proprietari”.


Articoli: “Non possono volerci 120 giorni per le verifiche” – Il sindaco Arena: “Quel palazzo deve essere demolito” – Nuovo crollo in via Cardinal La Fontaine – “Riaperta ai pedoni via Cardinal La Fontaine”


Condividi la notizia:
15 febbraio, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR