--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Acquapendente - Daniela Morozzi protagonista per la giornata della donna

“Amy. Storia di un naufragio” al teatro Boni

Condividi la notizia:

Acquapendente - Teatro Boni

Acquapendente – Teatro Boni

Acquapendente – Riceviamo e pubblichiamo – Come ormai consolidata tradizione, il teatro Boni di Acquapendente celebra l’8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, con uno spettacolo a tema, inserito nel cartellone della stagione diretta da Sandro Nardi.

Venerdì 8 marzo, alle 20, presso il teatro aquesiano andrà in scena lo spettacolo “€œAmy. Storia di un naufragio”€, ispirato a Joseph Conrad, scritto da Valerio Nardoni, interpretato da Daniela Morozzi, per la regia di Matteo Marsan, con musiche originali di Stefano €œCocco€ Cantini.

E’ il 1901 quando Joseph Conrad scrive “Amy Foster”. Leggendo questa specie di incubo, l’€™impressione è che 117 anni siano passati invano. Allora erano emigranti che dall’Europa dell’est volevano raggiungere in massa l’€™America, oggi sono africani e asiatici, forse ancora più affamati. Ma disperazione, truffe, furti, scafisti e naufragi sono identici. Come tristemente uguali sono i cadaveri dei bambini sulle spiagge e quella sensazione di fastidio verso lo straniero che scuote i valori della società mortalmente fissa in se stessa.

Yanko viene dai Carpazi ed è l’unico sopravvissuto di un bastimento andato a fondo davanti alle coste dell’Inghilterra, col suo carico di emigranti stipato in condizioni spaventose. Yanko è bello, sa lavorare la terra, mungere le vacche, è religioso, impara l’€™inglese e addirittura salva da morte certa la nipotina di un ricco possidente inglese. 

Amy Foster, la “grulla”€ del paese, lo aiuta. Si innamora di lui. Ma nell’opaca comunità, Yanko appare alla stregua di un pagano, una specie di stregone, forse un pazzo. Di sicuro uno straniero. E tanto basta per condannarlo. Per stoltezza, Amy Foster lo salverà; per stoltezza, lo lascerà morire con la faccia nel fango. Una violenta storia accaduta un secolo fa in Inghilterra, o forse proprio qui, da noi, questa notte.

Per informazioni e biglietti: 0763/733174 – 334/1615504 – www.teatroboni.it.

Teatro Boni Acquapendente


Condividi la notizia:
5 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR