Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Chiusa la terza sezione per un cedimento strutturale - Nella notte il passaggio di tre pullman e tre furgoni in città - Il vicesegretario regionale Sappe Luca Floris: "Il personale ha lavorato h 24 dimostrando alto senso del dovere"

Carcere di Cassino inagibile, 84 detenuti trasferiti a Mammagialla

Condividi la notizia:

Viterbo - Il carcere di Mammagialla

Viterbo – Il carcere di Mammagialla

Viterbo – (p.p.) – Parte del carcere di Cassino inagibile, detenuti trasferiti a Viterbo.

Per 100 detenuti, appartenenti al circuito di media sicurezza, è stato disposto il trasferimento d’urgenza dopo un sopralluogo dei vigili del fuoco che hanno dichiarato inagibile la terza sezione del carcere di Cassino.

84 sono stati destinati a Mammagialla e il resto a Rieti.

A dare l’allarme sono stati proprio i reclusi che, da quanto si apprende, non volevano rientrare senza dei controlli. Si sarebbe trattato di un cedimento strutturale che ha reso necessario l’intervento dei pompieri.

Tre  pullman e tre furgoni, scortati anche dalle forze dell’ordine intervenute in ausilio, hanno attraversato la città nella notte. I detenuti sono arrivati intorno alle 2,30.

“Il mio fortissimo apprezzamento – dice il vicesegretario regionale del Sappe Luca Floris – va al personale che abbiamo dovuto trattenere in servizio dalle 8 di mattina che aveva attaccato e che ha quindi lavorato incessantemente h 24. Una trentina di uomini che hanno dimostrato appartenenza e un alto senso del dovere e grazie ai quali siamo riusciti a gestirli tutti. Non era semplice perché per immatricolarmi c’è voluta tutta la notte. Ringrazio poi le forze dell’ordine e il questore che ha dimostrato sensibilità mettendo a disposizione diverse pattuglie, sia sulla Superstrada che nel circuito cittadino.

Abbiamo accolto detenuti da Cassino facendo trovare una sezione nuova e accogliente, visto che è stato riaperto il quarto piano del padiglione D2. Questo dimostra che siamo un carcere che quando c’è da lavorare lo fa a testa bassa e senza problemi”.

Secondo gli ultimi dati di gennaio 2019, a Mammagialla, si registrava un sovraffollamento di 125 detenuti. “La situazione si fa critica. Per quanto noi come carcere abbiamo dimostrato sensibilità all’emergenza, ora ci attendiamo una risposta dal Provveditorato affinché rinforzi il personale oppure se proprio non possibile che almeno ridistribuisca, nel breve tempo, i detenuti, riportando i numeri in rapporto al personale presente”.


Articoli: Uspp: “Si incrementi il personale di polizia penitenziaria” – De Pasquale (Sippe): “L’amministrazione invii agenti in missione e avvii un piano di mobilità straordinario”


Condividi la notizia:
12 marzo, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR