Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Le zone più degradate sono nella parte vecchia - FOTO

Cimitero, intonaci staccati e lapidi distrutte

di Michele Mari

Condividi la notizia:

Montefiascone - Il degrado al cimitero

Montefiascone – Il degrado al cimitero

 

Montefiascone - Il degrado al cimitero

Montefiascone – Il degrado al cimitero

 

Montefiascone - Il degrado al cimitero

Montefiascone – Il degrado al cimitero

Montefiascone – Sporcizia, intonaci staccati e lapidi distrutte: è il cimitero di Montefiascone.

Un luogo che dovrebbe essere di culto e di preghiera versa in un completo stato d’abbandono.

Oltre ai fili elettrici scoperti e agli intonaci pericolanti, che erano stati segnalati già nel mese di novembre e mai sistemati, ora si aggiungono immondizia, alcune lapidi distrutte e diversi scalini rotti.


– Fili elettrici scoperti e intonaci pericolanti al cimitero


Ma non solo, anche griglie malmesse e mal segnalate con cui le persone rischiano di cadere, cartacce e vasi in terra, plastica, e molto altro.

Un vero e proprio degrado.

La zona maggiormente malmessa è quella del cimitero vecchio, in particolare i blocchi 11-12-13 e 14. Qui troviamo scalinate malridotte, cordoli staccati, lastre di peperino divelte, intonaci pericolanti e in terra, sporcizia ed erbacce. Anche la pavimentazione, a causa delle infiltrazioni d’acqua in alcuni punti risulta rialzata e in procinto di rompersi mentre in altri punti è già pericolante.

Inoltre nei vari vialetti del cimitero si trovano erbacce, immondizia di vario genere, vasi e rifiuti organici come piante e fiori lasciati in terra.

Ma anche fili e quadri elettrici scoperti o coperti alla buona. Per finire anche alcune lapidi semi distrutte.

Sarebbe opportuna un’immediata e adeguata manutenzione per risolvere almeno le problematiche più evidenti e pericolose per gli utenti. 

Michele Mari


Condividi la notizia:
12 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR