- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Droga agli studenti, in undici a processo

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Operazione Fai da te - Gli arrestati [4]

Operazione Fai da te – Gli arrestati

Viterbo - Carabinieri - Operazione Fai da te [5]

Viterbo – Carabinieri – Operazione Fai da te

Viterbo - Carabinieri - Operazione Fai da te [6]

Viterbo – Carabinieri – Operazione Fai da te

Viterbo  (sil.co.) – Baby spaccio agli studenti delle scuole del capoluogo, a processo davanti al collegio 11 dei diciotto arrestati dell’operazione Fai da te. Quattro sono italiani, viterbesi, sette invece sono stranieri.

Sono tra i componenti della presunta banda di scassinatori di self service nel weekend, spacciatori fuori scuola nei giorni feriali.

Furono arrestati il 17 maggio 2015 dai carabinieri che, sulle tracce della banda del frullino, beccarono anche la gang di pusher.

Fece impressione che usassero come gancio la fidanzatina di un pusher e la faccia tosta con cui cedevano droga agli studenti minorenni delle superiori.

Pesante il bilancio del blitz: 17 arrestati sotto i 30 anni, 11 spacciatori (italiani, ucraini, romeni e tunisini) e 6 specialisti del furto, accusati anche di associazione per delinquere (un italiano, un albanese, un macedone, un moldavo e due albanesi). Alcuni nel frattempo sono usciti di scena ricorrendo a riti alternativi.

Il covo era un magazzino nelle campagne tra Viterbo e Montefiascone. Lì i banditi nascondevano gli arnesi da scasso, nasi finti e le parrucche per sfuggire alla videosorveglianza. Lì dividevano il bottino. Prima dei colpi si drogavano.

È il collegamento che ha permesso agli investigatori, coordinati dal pm Massimiliano Siddi, di scoprire il secondo filone, quello dello spaccio agli studenti.

Il processo, che si è aperto ieri, è stato rinviato al 17 luglio per l’ammissiome delle prove a causa di un vizio di notifica a uno dei quattro imputati viterbesi.


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]