--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Giallo di Ronciglione - L'avvocato Vincenzo Luccisano, legale dei genitori di Maria Sestina, a Tusciaweb: "Vogliono sapere cosa è successo quella notte" - Anche la nonna e la zia di Andrea Landolfi in procura - A breve i risultati dell'autopsia

“La famiglia Arcuri è distrutta, vuole verità”

di Raffaele Strocchia
Condividi la notizia:

Ronciglione – “I genitori e i fratelli di Maria Sestina sono distrutti dal dolore e sperano si arrivi presto alla verità”. Lo racconta a Tusciaweb Vincenzo Luccisano, legale della famiglia Arcuri. “I genitori e i fratelli di Maria Sestina – continua l’avvocato – sono in attesa di sapere con certezza cosa è successo quella notte”. Quella tra il 3 e il 4 febbraio quando Maria Sestina Arcuri, 25 anni, è caduta dalle scale della casa della nonna del fidanzato, Andrea Landolfi Cudia, a Ronciglione. La ragazza, che nel comune cimino stava trascorrendo il fine settimana con il compagno, è morta 24 ore dopo all’ospedale Belcolle di Viterbo. La procura ha poi aperto un fascicolo per omicidio volontario a carico di Landolfi, 30 anni. Un atto dovuto, per poter avviare una serie di accertamenti: dall’autopsia sul corpo della 25enne, ai sopralluoghi dei Ris nell’appartamento di via Papirio Serangeli.

L'avvocato Vincenzo Luccisano, legale della famiglia Arcuri

“La relazione medico-legale – spiega l’avvocato Luccisano – non è ancora stata depositata ma il pm Franco Pacifici, con il quale ho avuto un incontro ieri mattina, mi ha assicurato che è questione di giorni”. La procura di Viterbo (l’indagine è coordinata anche dal procuratore capo Paolo Auriemma) punta ad avere i risultati dell’autopsia entro la prossima settimana, a testimonianza di quanto gli inquirenti stiano lavorando alacremente al caso. Nell’ultimo mese molte persone sarebbero state ascoltate come persone informate sui fatti. Tra queste, la nonna di Landolfi. L’80enne Mirella Iezzi, proprietaria dell’appartamento della tragedia, avrebbe assistito alla caduta dalle scale del nipote e di Maria Sestina e la scorsa settimana è finita davanti ai pm come testimone oculare. “Pensavo che Andrea e Sestina si stessero baciando – ha raccontato l’anziana alla Vita in diretta -, ma all’improvviso li ho visti scivolare giù. Sestina ha battuto la testa vicino al camino, ma si è rialzata tranquillamente. Mi ha detto: ‘Mi fa male un po’ la schiena, ma non mi sono fatta niente’. Non mi è sembrato un incidente grave”.

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri

Il procuratore Auriemma e il sostituto Pacifici avrebbero sentito anche una zia di Landolfi. A quest’ultima il 30enne avrebbe telefonato nel cuore della notte tra il 3 e il 4 febbraio, dopo essere caduto dalle scale con Maria Sestina. Ma perché? Sarebbe stata la donna, a sua volta, a informare Roberta, la mamma di Andrea, che però non sarebbe riuscita a mettersi in contatto né con il figlio né con la fidanzata fino al mattino. Sul contenuto dell’interrogatorio vige il massimo riserbo, ma è certo che gli investigatori hanno sequestrato i tabulati telefonici di quella notte e delle ore immediatamente successive.

Ronciglione - I Ris sul luogo della tragedia

“Il pm Franco Pacifici – dice l’avvocato Luccisano – si sta dedicando completamente al caso e i suoi collaboratori, che sono molti, stanno facendo un grandissimo lavoro. Sono sicuro che a breve si giungerà alla verità. Stiamo solo aspettando di vedere quale. Purtroppo questa vicenda, oltre a essere tragica, è estremamente complessa. Ma con i risultati dell’autopsia avremo tutti molte più certezze. Ci diranno molte cose, ma ovviamente non tutto. Sono fondamentali, ma non sono l’unico elemento importante. La relazione medico-legale potrà far luce sull’accaduto solo se sommata con gli altri elementi raccolti”.

Ronciglione - Ragazza cade dalle scale e muore - I rilievi del Ris

Per due volte i Ris sono entrati nell’appartamento del dramma, sotto sequestro dal 5 febbraio, alla ricerca di elementi utili alla ricostruzione della tragedia. In totale, i carabinieri investigazioni scientifiche di Viterbo si sono intrattenuti nell’abitazione per più di dieci ore. “Al secondo sopralluogo – spiega l’avvocato Luccisano – ho preso parte anche io, e ho visto i Ris eseguire le indicazioni del pm”. Ovvero, fare delle misurazioni su quei sedici gradini in peperino, stretti e ripidi, che dal salone portano alla zona notte. Sono stati studiati dal perito Martino Farneti, incaricato dalla procura, che dovrà simulare al computer la caduta della 25enne. E non è escluso che debba fare pure delle prove dinamiche con un manichino. “Anche i risultati dei rilievi dei Ris – prosegue l’avvocato Luccisano – andranno messi in relazione con gli esiti dell’autopsia. Fino a ora ciò che non ha convinto gli inquirenti è la non piena compatibilità tra le ferite riscontrate sul corpo di Maria Sestina e la caduta così come raccontata. Di non piena compatibilità parla il referto dei medici dell’ospedale di Belcolle, dal quale è nata l’inchiesta”.

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri

Sulla famiglia Arcuri l’avvocato Luccisano dice: “Nessun componente è stato sentito dai pm, sono stati ascoltati solo dai carabinieri di Ronciglione nell’immediatezza del fatto. I militari hanno voluto sapere come avessero appreso la notizia della caduta, chi gliela avesse riferita e in che termini. A loro Landolfi avrebbe detto, in una prima telefonata, di essere scivolati dalle scale mentre stavano scherzando, poi mentre stavano discutendo. Non si è capito bene, anche perché poi non ci sono più stati contatti. Oggi i genitori e i fratelli di Maria Sestina vogliono sapere cosa è veramente successo alla loro figlia e alla loro sorella. Sono in uno stato di forte ansia, oltre che di estremo dolore. Questa tragedia li ha distrutti e sperano che si arrivi il prima possibile alla verità. Sono ottimisti”.

L’avvocato Luccisano racconta anche l’ultima telefonata tra Maria Sestina e la madre, Caterina Acciardi. “Si sono sentite la sera prima del dramma, sabato. La ragazza era in auto con il fidanzato, ma dalla voce non è sembrata né agitata né nervosa”.

Raffaele Strocchia


Multimedia: Fotocronaca: Il sopralluogo dei Ris – I Ris di nuovo nella casa della tragedia – I Ris nella casa della tragedia – Video1 – Video2


Articoli: La nonna di Andrea Landolfi: “Ho visto Sestina battere la testa, ma non si era fatta nulla…” – Andrea Landolfi: “Sestina era il mio amore” – Un testimone: “Andrea caduto dalle scale anche con la ex, ma lui non si fa mai male” – La madre di Maria Sestina Arcuri: “Ho finito le lacrime, ma ho tanta rabbia” – La ex di Andrea Landolfi: “Mi ha picchiata, tirato i capelli e riempita di morsi” – Cade dalle scale e muore, i Ris per altre cinque ore nella casa della tragedia – L’avvocato Luca Cococcia: “Andrea è ancora in condizioni di affanno psicologico” – La madre di Andrea Landolfi: “Mio figlio era innamorato, la voleva sposare e avere un bambino da lei” – I Ris tornano nella casa della tragedia, la nonna di Landolfi testimone oculare – “Quei 17 gradini verso la mansarda dove Sestina è caduta…” – Il fratello di Maria Sestina Arcuri: “Mia sorella caduta dalle scale? Non ci credo” – “Sestina era irriconoscibile aveva testa e un occhio gonfi” – L’uomo che ha visto la coppia per l’ultima volta: “Hanno discusso, e lei non era serena…” – I Ris per sei ore nella casa della tragedia, sequestrata l’auto della coppia – Femminicidio o incidente? Fondamentali Ris e autopsia – I vicini: “Quella notte non abbiamo sentito niente” – Donati gli organi della ragazza precipitata dalle scale – Ragazza precipitata dalle scale, il fidanzato indagato per omicidio – Ragazza precipita dalle scale e muore, non si esclude il femminicidio


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.


Condividi la notizia:
15 marzo, 2019

Cade dalle scale e muore ... Gli articoli

  1. "Morte di Maria Sestina, giudizio immediato per il fidanzato arrestato per omicidio"
  2. Il fidanzato di Maria Sestina Arcuri: "Fu lei a spingermi per le scale"
  3. Accusato dell'omicidio della fidanzata, Andrea Landolfi fa scena muta davanti al giudice
  4. "Andrea Landolfi potrebbe uccidere di nuovo, contro di lui non c'è solo il figlio"
  5. Landolfi a Regina Coeli in attesa dell'interrogatorio di garanzia
  6. In carcere per omicidio volontario il fidanzato di Maria Sestina Arcuri
  7. Landolfi in carcere per omicidio? Ago della bilancia la testimonianza del figlio di 5 anni
  8. Sì o no all'arresto di Andrea Landolfi, col fiato sospeso fino a domani
  9. Andrea Landolfi in carcere? Oggi si decide la sorte del fidanzato di Maria Sestina Arcuri
  10. Andrea Landolfi in carcere? Dopo l'estate la decisione della Cassazione
  11. Arresto di Landolfi, depositato il ricorso in Cassazione
  12. "Questa è l'ultima volta che vedi Maria Sestina..."
  13. "La madre e la nonna avevano paura che Landolfi potesse 'buttare di sotto' anche loro"
  14. Andrea Landolfi: "Ho lanciato Maria Sestina dalle scale"
  15. "Maria Sestina lanciata dalle scale e poi insultata"
  16. "Quello che ha detto il figlio di 5 anni di Landolfi non può valere come prova"
  17. "Il riesame dice che la nonna di Landolfi mente su tutta la linea"
  18. Sì all'arresto di Landolfi, fidanzato di Maria Sestina
  19. I testimoni: "Sestina pronta a lasciare Landolfi, quella notte voleva dormire da sola in albergo"
  20. I Ris per altre 4 ore nella casa della tragedia, sequestrati vestiti sporchi di sangue
  21. Se arriva l'arresto per Landolfi, non sarà immediato
  22. Arresto sì o no, la sorte del fidanzato di Maria Sestina è nelle mani del riesame
  23. "Siamo tranquilli"
  24. Landolfi al 118: "Stavamo giocando e siamo caduti dalle scale, ma la botta più forte l'ho presa io..."
  25. Il figlio di 5 anni di Landolfi: "Ho visto papà buttare Sestina dalle scale"
  26. Ragazza caduta dalle scale, si saprà entro fine mese se il fidanzato sarà arrestato
  27. "Maria Sestina in coma subito dopo la caduta"
  28. "Landolfi in carcere? Non ci sono elementi"
  29. La procura: "Il fidanzato ha ucciso Maria Sestina Arcuri"
  30. Ragazza caduta dalle scale, chiesto l'arresto per omicidio del fidanzato
  31. "Maria Sestina Arcuri volata giù dal pianerottolo delle scale"
  32. "Non incolpo nessuno, voglio sapere cosa è successo a mia sorella"
  33. "Tu con una figlia morta e io con un figlio in galera"
  34. "Sestina non è stata picchiata, ma potrebbe essere stata spinta"
  35. Giallo di Ronciglione, Landolfi indagato anche per omissione di soccorso
  36. "Ho visto Sestina battere la testa, ma non si era fatta nulla..."
  37. "Sestina era il mio amore"
  38. "Andrea caduto dalle scale anche con la ex, ma lui non si fa mai male"
  39. "Ho finito le lacrime, ma ho tanta rabbia"
  40. La ex di Andrea Landolfi: "Mi ha picchiata, tirato i capelli e riempita di morsi"
  41. Cade dalle scale e muore, i Ris per altre cinque ore nella casa della tragedia
  42. "Andrea è ancora in condizioni di affanno psicologico"
  43. "Mio figlio era innamorato, la voleva sposare e avere un bambino da lei"
  44. I Ris tornano nella casa della tragedia, la nonna di Landolfi testimone oculare
  45. "Quei 17 gradini verso la mansarda dove Sestina è caduta..."
  46. "Mia sorella caduta dalle scale? Non ci credo"
  47. “Sestina era irriconoscibile aveva testa e un occhio gonfi"
  48. I Ris per sei ore nella casa della tragedia, sequestrata l'auto della coppia
  49. "Hanno discusso, e lei non era serena..."
  50. Femminicidio o incidente? Fondamentali Ris e autopsia
  51. I vicini: "Quella notte non abbiamo sentito niente"
  52. Donati gli organi della ragazza precipitata dalle scale
  53. Ragazza precipitata dalle scale, il fidanzato indagato per omicidio
  54. Ragazza precipita dalle scale e muore, non si esclude il femminicidio
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR