Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Interviene Luisa Ciambella (Pd) - Sono a via Volta, inneggiano ai cento anni della nascita del Fascismo

“Manifesti con frase di Mussolini, Arena li faccia rimuovere”

Condividi la notizia:

I manifesti a firma del Blocco Studentesco

I manifesti a firma del Blocco Studentesco

Luisa Ciambella

Luisa Ciambella

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Luisa Ciambella, capogruppo Pd sui manifesti affissi a firma Blocco Studentesco con la frase di Mussolini: “La più audace, la più originale e la più mediterranea e più europea delle idee” –

È davvero avvilente a 75 anni oggi dall’eccidio delle Fosse Ardeatine dover assistere all’intensificarsi di comportamenti che si ispirano alla apologia del fascismo in tutto il Paese. Viterbo purtroppo non fa eccezione.

Da due giorni infatti sono affissi nella nostra città, in via Volta, manifesti che riportano una inquietante frase di Mussolini ad opera del blocco studentesco che l’amministrazione comunale non ha sentito il dovere di coprire.

La cosa più grave è che tutto questo si consuma nell’indifferenza dei più.

Oggi che ricorre l’anniversario di quello che è considerato il più brutale eccidio del nostro paese per la sua efferatezza, l’alto numero di vittime e per le tragiche circostanze che portarono al suo compimento, tanto da divenire l’evento-simbolo della durezza dell’occupazione tedesca di Roma, nella nostra città un manipolo di persone si permette ancora di invocare quella ideologia folle.

Anzi, magari la tentazione sarà quella di dire che sto cercando di creare un problema che non esiste. Invece esiste. Mai sottovalutare.

Fatti apparentemente comici, patetici ma nella realtà drammatici coesistono e vivono nelle imprese di quanti dovrebbero ben sapere come l’esperienza cui si richiamano, macchia indelebile il nostro passato e sia stata irrimediabilmente sconfitta dai fatti e poi ripudiata dalla nostra Costituzione.

Dovrebbero sapere che proprio per repulsione nei confronti di quella storia il mondo intero ha lavorato progressivamente per arrivare alla Carta dei diritti dell’uomo.

Allora, caro sindaco Arena, distratto da troppi finti problemi, faccia rimuovere quei manifesti, lo faccia subito, lo faccia per rispetto del nostro Paese, di tutte le vittime del fascismo, di ogni dittatura e in modo particolare di quelle di cui oggi ricorre l’anniversario di morte.

Luisa Ciambella capogruppo Pd


Condividi la notizia:
24 marzo, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR