- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Riello, come nascondere la polvere sotto il tappeto

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Viterbo - La monnezza coperta dal telo verde al Riello [4]

Viterbo – La monnezza coperta dal telo verde al Riello

Viterbo - L'isola ecologica del Riello [5]

Viterbo – L’isola ecologica del Riello

Viterbo - Il degrado del Riello [6]

Viterbo – Il degrado del Riello

Viterbo – Riello, a forza di battere il comune qualcosa fa. Infatti. Mette la polvere sotto il tappeto. Davanti al cancello verde che dava accesso al piazzale dove venivano raccolti i rifiuti ingombranti. Proprio all’inizio del ponte che collega il Pilastro con il quartiere dove hanno sede università e palazzo di giustizia. 

Lì, in bella vista, da qualche settimana, e dopo decine di segnalazioni, rifiuti che si accumulano. Lasciati lì dalla gente, come gli zombie che dopo essere ritornati in vita sentono ancora l’istituto al consumo dirigendosi in massa verso il supermercato.

A Viterbo vanno invece al Riello. Dove, fino a dicembre, e a ridosso della fermata degli autobus Cotral, venivano raccolti i rifiuti pesanti, gli ingombranti dal comune. [7] Da gennaio il centro s’è spostato a grotte Santo Stefano, qualche decina di chilometri più in là. Scomodo. Quindi le persone continuano ad andare là dove sono sempre andati. Appunto, come un istinto. Ingiustificato.

Il comune, da par suo, invece copre. E copre tutto. Con un telo verde. Così, chi passa, con la macchina, oppure a piedi, magari neanche se ne accorge. Ma basta alzare il tappeto e la polvere va di nuovo in giro. Sotto il manto verde, scelto forse perché ricorda un prato, mobili, pezzi d’arredo e cianfrusaglie.

Insomma, il solito schifo. L’andazzo di chi va avanti così oramai da mesi. Responsabilità degli uni, gente che continua a buttare lì le cose anche se non dovrebbe, come se nulla fosse. Nell’epoca, proprio, del “chissenefrega”. E degli altri, gli amministratori, che ancora non si rendono conto che da quelle parti, sommando quanto avviene davanti al cancello ex ingombranti ai rifiuti fuori posto e luogo che spesso stanno vicino alla fermata Cotral o lungo la strada sterrata Riello [8], sta venendo su una nuova via. Non della seta, ma della monnezza.

Daniele Camilli


Articoli: Il Riello nel degrado [7] – I rifiuti al Riello rischiano di invadere la strada [9] – “Il centro di raccolta del Riello è chiuso ma qualcuno non lo sa” [10]Ingombranti, il centro di raccolta del Riello chiuso definitivamente [11] – “L’isola ecologica del Riello è chiusa, servizio inadeguato” [12]


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]