Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tuscania - Aveva assunto l'incarico il 27 dicembre scorso - Il maggiore: "Non c'è nulla dietro, ho solo fatto tutto quello che dovevo fare"

Si dimette il comandante della polizia locale Luciano Mattarelli

Condividi la notizia:

Il maggiore Luciano Mattarelli

Il maggiore Luciano Mattarelli

Tuscania – Si dimette il comandante della polizia locale Luciano Mattarelli.

67 anni di Orbetello il maggiore Mattarelli aveva assunto la guida del comando di Tuscania il 27 dicembre scorso.

“Avevo l’incarico – spiega Mattarelli – al massimo per arrivare alle elezioni ma, venendo quotidianamente e stando molte ore al comando ho portato a compimento tutti gli obiettivi tra cui il regolamento per la videosorveglianza e l’organizzazione interna del corpo.

Ora mi hanno affidato l’incarico a Orbetello di coordinare i volontari ospedalieri al pronto soccorso. Comincia la stagione e quindi l’impegno si fa molto pesante e richiede la mia presenza quotidiana a fare attività di supporto e assistenza.

A Orbetello, inoltre, mi stanno spronando a impegnarmi in una lista civica per le prossime elezioni amministrative che, da noi, ci saranno tra un anno. Dato quindi che il mio compito scadeva con la fine del mandato dell’amministrazione e che la prossima valuterà il da farsi allora ho preso questa decisione”.

Mattarelli ha quindi dato le dimissioni e dal primo aprile lascia il comando. “Il corpo è a posto e i ragazzi stanno lavorando bene. Li ringrazio per la disponibilità e l’operatività che mi hanno sempre dato. L’esperienza è stata positiva, anche coi cittadini con cui ho stretto rapporti di simpatia e amicizia.

Ho fatto quello che ho potuto, sono venuto gratis volentieri per dare una mano. Da lunedì vado via, ma ho anche detto, sia ai ragazzi che agli amministratori, che per qualsiasi cosa possono chiamarmi, anche per progetti come quello dell’educazione stradale nelle scuole visto che, come portavoce nazionale dell’associazione polizia locale, sono abilitato a farlo. Il supporto c’è sempre. Non c’è dunque nessun motivo dietro o nessuna lite con l’amministrazione, è solo finito il mio impegno.

Tengo solamente a ricordare che la polizia locale è un corpo di polizia a tutti gli effetti. Non siamo dipendenti comunali tout court, ma abbiamo rapporti con l’amministrazione, con la procura e poi con la questura. Su certe funzioni siamo autonomi dal comune e dal sindaco. Non esistono più le guardie del comune come si pensava una volta”.


Condividi la notizia:
29 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR