--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Port Elizabeth - Protagonista dell'incredibile avventura un documentarista sudafricano: "Non ho avuto tempo nemmeno di avere paura"

Sub ingoiato e risputato da una balena, è vivo

Condividi la notizia:

Rainer Schimpf

Rainer Schimpf

Sudafrica - Uomo inghiottito da una balena

Sudafrica – Rainer Schimpf inghiottito da una balena

Port Elizabeth – Una balena lo inghiotte e poi lo risputa fuori. Miracolosamente illeso.

Incredibile avventura per un documentarista subacqueo sudafricano, Rainer Schimpf, che all’improvviso si è ritrovato avvolto nelle fauci di una balena lunga circa 10 metri, al largo di Port Elizabeth.

Schimpf, 51 anni, stava filmando una colonia di sardine insieme ad alcuni colleghi, quando il cetaceo l’ha travolto con tutta la sua veemenza. Sua moglie, che si trovava in un’imbarcazione vicina, ha assistito alla drammatica scena dell’animale che emergeva dall’acqua con il torace dell’uomo bloccato nella bocca.

Dopo qualche istante, però, la balena, che si nutre solo di scampi, granchi, aringhe e sgombri, ha realizzato di aver sbagliato preda e ha sputato via Schimpf. Determinante è stata anche la grande esperienza del sommozzatore, che, secondo quanto riporta Tgcom 24, ha spiegato di aver “trattenuto il respiro” ed essere rimasto immobile in attesa che l’animale lo liberasse.

“Ho sentito una pressione pazzesca – ha raccontato Schimpf – ed è stato quando la balena si è accorta di aver sbagliato boccone. Lentamente ha spalancato le fauci per liberarmi e sono stato letteralmente spazzato via”.

“Non ho avuto tempo di provare nessuna emozione – ha concluso l’uomo – nemmeno la paura”.

Il documentarista è tornato sano e salvo sulla barca della moglie, ma, subito dopo aver confermato di stare bene, si è rituffato in acqua per cercare dei particolari che potessero documentare l’incredibile avventura che aveva appena vissuto.

Dopo essere scampato al morso della balena, ora Schimpf deve fronteggiare l’assalto dei giornalisti di tutto il mondo. Al punto che, sul suo profilo Facebook, è stato costretto a pubblicare i riferimenti per contattarlo e prenotarsi per le interviste. Durata massima consentita: 15 minuti. 


Condividi la notizia:
12 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR