- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Spaccio di droga in centro, altri tredici rinvii a giudizio

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Rodolfo Feliz Castillo [3]

Rodolfo Feliz Castillo

Paola Conti [4]

Il sostituto procuratore Paola Conti

Viterbo – Droga tra il Sacrario, San Faustino e piazza della Rocca, sono stati tutti rinviati a giudizio i tredici indagati del filone bis della maxinchiesta “Babele” della pm Paola Conti contro lo spaccio nel centro storico del capoluogo.

Ieri l’udienza preliminare davanti al gup Francesco Rigato che, disponendo per tutti il processo, ha fissato la prima udienza al 13 febbraio 2020.

Tra gli imputati c’è anche l’ex giocatore di baseball dominicano Rodolfo Felix Castillo, 38 anni, già arrestato per spaccio nel blitz del 19 maggio 2014 sfociato in 32 misure di custodia cautelare. Davanti al gup Rigato una decina di dominicani, ma anche due italiani, un 40enne di Ischia di Castro e un 50enne del capoluogo.

Sarebbero finiti nel mirino del sostituto procuratore Paola Conti in seguito alle sommarie informazioni rilasciate dai “clienti”, tra i quali spiccherebbero nomi della cosiddetta “Viterbo bene”. Consumatori più o meno abituali di cocaina, che in alcuni casi, avendo disponibilità di denaro, avrebbero comprato anche ingenti quantità di droga.

Gli investigatori la chiamarono operazione “Babele”, dalla mescolanza di etnie che ne veniva fuori: dominicani e tunisini, ma anche una decina di italiani, quasi tutti viterbesi doc. 

L’inchiesta è partita dall’arresto di una sessantenne del capoluogo, beccata con oltre un etto di cocaina nascosta in un trolley, passata alla storia col nomignolo di “nonna coca”. Sarebbe stata tra gli italiani “compiacenti”, assoldati dai dominicani per poche lire, per custodire la droga in attesa della vendita.

Gnocchi o occhiali per dire cocaina, nel linguaggio criptico delle intercettazioni. Tra i sequestri effettuati nel corso delle indagini, da segnalare quello record eseguito dalla Polfer di oltre tre etti di cocaina suddivisa in 30 ovuli destinati al mercato viterbese. La droga sarebbe arrivata a Viterbo da Perugia. 

Silvana Cortignani


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [5]
  • [1]
  • [2]