Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'evento di alcuni giorni fa in collaborazione con l’Asd giovani e tenaci d Roma

Sport in carrozzina nella palestra del Paolo Savi

Condividi la notizia:

La giornata di sport in carrozzina al Paolo Savi

La giornata di sport in carrozzina al Paolo Savi

La giornata di sport in carrozzina al Paolo Savi

La giornata di sport in carrozzina al Paolo Savi

La giornata di sport in carrozzina al Paolo Savi

La giornata di sport in carrozzina al Paolo Savi

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Si è svolta pochi giorni fa, presso l’Ite Paolo Savi di Viterbo, una giornata di attività sportiva in carrozzina, in collaborazione con l’Asd Giovani e Tenaci d Roma.

L’incontro ricade nell’ambito del progetto “#SportperTutti”, promosso dalla fondazione Santa Lucia di Roma e reso possibile grazie al contributo della fondazione Vodafone Italia. Hanno partecipato attivamente all’evento circa 100 alunni dell’istituto, dalle prime classi alle quarte, sperimentando fisicamente le opportunità di libertà, divertimento e azione che una carrozzina può offrire dal punto di vista ludico sportivo.

Le testimonianze degli alunni, dapprima poco coscienti e timorosi, sono state entusiaste e vigorosamente partecipative, misurandosi alternativamente con i testimonial presenti a calcio balilla, tennis tavolo, tiro con l’arco e basket, tutto rigorosamente seduti in carrozzina.

Erano infatti presenti la campionessa Clara Podda, medaglia paraolimpica di tennis tavolo, che ha partecipato a cinque paraolimpiadi praticando anche scherma e nuoto, il ct della nazionale di basket in carrozzina Carlo Di Giusto, gli allenatori di scherma e calcio balilla Emanuele Di Giosafatte e Francesco Valente, e Alessandra Moscio, tecnico Fidarco sia olimpico sia paraolimpico. Ospiti nel nostro Istituto il delegato provinciale del comitato italiano para olimpico, Carlo Aronne e la moglie Paola Grispigni, presidente dell’Asd Vitersport Libertas.

Gli atleti campioni sono arrivati a Viterbo accompagnati dal segretario dell’associazione, nonché responsabile e organizzatore dell’evento Leonardo Di Giusto, al quale rivolgiamo il nostro ringraziamento per la meravigliosa esperienza che i nostri alunni hanno potuto vivere grazie a tutti loro.

La Mission dell’incontro è permettere ai ragazzi di comprendere fino a che punto lo sport, anche in carrozzina, non migliora soltanto la crescita psico-fisica, ma soprattutto consente di vincere l’isolamento, di socializzare sia con ragazzi con cui si condivide il problema della disabilità sia con altre persone, imparando così a responsabilizzarsi, a gestirsi da soli e a sviluppare fiducia in se stessi e nel prossimo. La conoscenza e la consapevolezza delle opportunità offerte dalle attività di sport-terapia in ambito ludico riabilitativo, promosse dall’associazione e dalla Fondazione Santa Lucia, sono una conferma dell’impegno volto a stimolare il recupero dell’autonomia della persona nella vita quotidiana, non solo in senso fisico, ma anche sociale e relazionale.

Giovani e tenaci Asd nasce a luglio 2017 con l’obiettivo di promuovere la pratica dello sport di squadra e supportare così la crescita psico-fisica e l’inserimento sociale di giovani con disabilità, accompagnando al loro percorso riabilitativo i benefici collegati all’attività fisica.

L’impegno dell’Irccs Santa Lucia nella promozione della sport-terapia risale peraltro agli anni settanta e ha visto crescere nei decenni il ruolo storico della Fondazione nella promozione dello sport per disabili in diverse discipline: oltre al basket, anche la scherma, il nuoto, il tennis da tavolo. Numerosi gli atleti che hanno mosso i primi passi nei decenni presso la Fondazione, entrando successivamente nel medagliere delle para olimpiadi. Ma al di là dei successi agonistici, al centro delle attività di sport-terapia della fondazione c’è da sempre la volontà di restituire alla persona autonomia e opportunità d’inserimento sociale oltre i confini più strettamente medici dei percorsi di neuro-riabilitazione. Di questo impegno “Giovani e tenaci” è il frutto più recente.

Paola Petri
Istituto tecnico Paolo Savi


Condividi la notizia:
25 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR