--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - La proposta della consigliera Giulia De Santis (La città nuova) – Duro scontro nell'assise di venerdì con Rosita Cicoria (M5s) e l'assessore Fabio Notazio

“Aboliamo l’assessorato alla cultura…”

di Michele Mari

Condividi la notizia:

Montefiascone - Il consiglio comunale

Montefiascone – Il consiglio comunale

Montefiascone - Il consiglio comunale

Montefiascone – Il consiglio comunale

Montefiascone – “Aboliamo l’assessorato alla cultura…”. È la proposta della consigliera d’opposizione Giulia De Santis (La città nuova) durante il consiglio comunale di venerdì.

Durante la discussione del bilancio di previsione si è accesa una vera e propria bagarre tra la consigliera De Santis, coadiuvata dall’altra consigliera di minoranza Rosita Cicoria (M5s), e l’assessore alla cultura Fabio Notazio.

Il motivo scatenante l’accesa discussione è  stato il mancato inserimento di fondi nel bilancio 2019, a detta della minoranza e confermato dal capogruppo Sandro Leonardi, per la Fiera del vino, Est film festival e mostra dell’antiquariato. 

“Visto che non c’è un euro in bilancio per la cultura – ha proposto la consigliera De Santis – e non c’è personale in comune, aboliamo l’assessorato. A che cosa serve? Avete abolito tutto, aboliamo pure questo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la consigliere pentastellata Rosita Cicoria, criticando l’assessore Notazio per il silenzio dopo essere stato chiamato in causa proprio sui fondi destinati per l’anno 2019 alla cultura. “Prima l’assessore Notazio – ha aggiunto Rosita Cicoria – durante la nostra uscita dall’aula per non partecipare alla votazione sul piano triennale dei lavori pubblici ci ha detto che facciamo gli attori. Noi saremo attori ma lui, in tutti i consigli comunali, fa soltanto la comparsa perché non proferisce parola”.

A questo punto di nuovo bagarre tra la maggioranza e opposizione. La consigliera De Santis ha poi chiesto lumi sulla situazione della scritta floreale annunciata dall’assessore diversi anni fa da realizzare nel costone sotto l’ospedale dove sullo sfondo si trova la cupola di Santa Margherita. Come annunciato anni fa, si doveva realizzare questa dicitura con impresso la frase “Terza cupola d’Italia”, anche se in realtà la struttura di Santa Margherita non è la terza cupola d’Italia (è la sesta), ma questa è un’altra storia.

“È la quinta volta che ti rispondo su questo argomento – ha replicato l’assessore Fabio Notazio, alzandosi in piedi dai banchi della maggioranza -. Visto che hai avuto il coraggio di dire che era meglio prima, ti faccio vedere (con tanto di telefonino alla mano) la situazione. Adesso è stato ripulito. L’amministrazione ha scelto di rimanere ferma in ambito progettuale perché per fare la cosiddetta ‘scrittona’ bisogna adeguarsi a diversi parametri e stiamo valutando diversi progetti per l’area”.

Michele Mari


Condividi la notizia:
21 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR