Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Il testimonial di SuperAbile alla corsa estrema di Orte: "Parteciperò per dimostrarmi e dimostrare ancora una volta che nulla è impossibile"

Alla Spartan race senza una gamba, la nuova sfida di Lorenzo Costantini

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Paralimpici - Lorenzo Costantini

Sport – Paralimpici – Lorenzo Costantini

Sport – Lorenzo Costantini e Alfredo Boldorini

Sport – Lorenzo Costantini e Alfredo Boldorini

Orte – Lorenzo Costantini non si ferma mai. Non lo faceva prima del giorno che gli ha cambiato la vita, figuriamoci dopo.

Dopo l’amputazione transtibiale (sotto il ginocchio della gamba destra) causata da un incidente sul lavoro il vetrallese è come rinato, e dopo alcuni momenti difficili la voglia di non arrendersi ha preso il sopravvento.

L’avventura sportiva nell’atletica leggera e il progetto SuperAbile di cui è testimonial sono solo alcune delle iniziative che il 27enne coltiva con successo, mentre si allena per la prossima sfida che il 27 aprile lo porterà a correre la Spartan race di Orte. Una corsa estrema difficile per tutti, figuriamoci per chi partecipa con una protesi.

Nei 15 chilometri della categoria Super sono concentrati più di 25 ostacoli Spartan, posizionati lungo un percorso impervio e pieno di insidie che non spaventano l’atleta della Tuscia.

Partecipare alla Spartan è sicuramente una nuova sfida – spiega –. Probabilmente la più dura e difficile, sopratutto a livello mentale, a cui abbia mai partecipato. Occorrerà mantenere un certo equilibrio mentale per arrivare alla fine di quei 15 chilometri composti da numerosi ostacoli, fatti di piscine di fango, muri da scavalcare, carboni ardenti, corde su cui arrampicarsi e filo spinato. Mi sto allenando da diversi mesi al box Cross Fit Viterbo, per arrivare al meglio alla gara“.

Le motivazioni della sua partecipazione sono legate a motivazioni molteplici.

E’ una gara che faccio prima di tutto per me stesso – conclude Costantini –, per dimostrarmi e dimostrare ancora una volta che nulla è impossibile, che la forza di volontà e la determinazione fanno sempre la differenza. Per dire al destino che quel 14 novembre mi ha dato una bella scossa sì, ma in positivo. Poi ovviamente lo faccio per poter essere da esempio e ispirazione a chiunque entrerà in contatto con la mia esperienza, e la mia storia, e per poter mandare un messaggio importante, ossia che non siamo ciò che ci succede nel corso della vita ma siamo come affrontiamo le diverse difficoltà che incontriamo nel corso della vita. E infine, ma non meno importante, perché sarà sicuramente una figata!“.

La storia di Lorenzo Costantini, intanto, continua ad appassionare la Tuscia e non solo grazie a SuperAbile, ideato da Alfredo Boldorini (consigliere comunale di Bassano Romano) e arrivato alla sua 49esima uscita. L’ultima ha coinvolto un pubblico di 350 studenti nella palestra del Liceo Santa Rosa di Viterbo.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
10 aprile, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR