--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Le pose plastiche dell'arte classica rivisitate con i personaggi degli eroi dei fumetti degli anni Ottanta - Visitabile fino al 5 maggio

A Bagnoregio la mostra “Easypop” tra cultura italiana e cartoon giapponesi

Condividi la notizia:

Bagnoregio - La mostra "Easypop"

Bagnoregio – La mostra “Easypop”

Bagnoregio - La mostra "Easypop"

Bagnoregio – La mostra “Easypop”

Bagnoregio – Una mostra visitabile fino al 5 maggio all’interno di palazzo Petrangeli, nel cuore di Bagnoregio.

Un luogo riaperto dall’amministrazione comunale e messo al servizio del territorio, con l’obiettivo di realizzare un attrattore capace di catturare l’attenzione del milione di turisti che ogni anno arriva sulla Teverina per ammirare la bellezza di Civita. Così da portare il flusso di visitatori nel centro storico di Bagnoregio e dare impulso alle attività commerciali esistenti.

L’iniziativa è parte importante del Festival Retrottanta, idea del duo Carlo Cozzi e Mirco Delle Cese. Un festival che ha l’ambizione di diventare il primo in Italia ed Europa della cultura pop anni ’80. Oltre 50 opere esposte tra dipinti, sculture e disegni. “L’immaginario della nostra infanzia incontra la scultura classica. Ed ecco che tutto risulta sempre attuale.

Le vicende umane, descritte nel passato, oggi contaminate, rinascono. Il Lavoro di Easypop si presenta come un perfetto connubio e punto di incontro tra la cultura giapponese e quella europea”, spiegano Cozzi e Delle Cese.

L’artista reinterpreta famosissime opere d’arte classica attraverso l’utilizzo degli anime degli anni ’70 e ’80 che spopolarono in quegli anni ed ottennero un grandissimo successo anche qui in Europa e che tutt’ora godono di un grande seguito.

Come il grande Go Nagai, creatore dei mitici robot si ispirò all’immaginario ed alla tradizione iconografica ellenica, Easypop traccia un ideale percorso al contrario in cui, rielaborando alla maniera tutta italiana, rimescola e rende proprie le icone per renderle nuovamente vive tra classico e contemporaneità.

L’esposizione sarà quindi occasione per cogliere e raccontare approcci, similitudini e differenze tra le nostre culture e inoltre offre lo spunto per approfondire la conoscenza delle stesse opere classiche citate attraverso il racconto di aneddoti e leggende mitologiche da cui derivano.

Comune di Bagnoregio


Condividi la notizia:
16 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR