Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Orte - Opposizioni all'attacco sugli aumenti di Tari e multe - Claudiani (Pd): "Il servizio peggiora e paghiamo di più", Savoia (Idee chiare): "Comunque vada, ci rimettono i cittadini"

“Bilancio di previsione, arrivano le stangate”

di Alessandro Castellani
Condividi la notizia:

Antonella Claudiani, Pd di Orte

Antonella Claudiani, Pd di Orte

Roberta Savoia, capogruppo Idee chiare Orte

Roberta Savoia, capogruppo Idee chiare Orte

Orte – Opposizioni consiliari sul piede di guerra dopo la presentazione del bilancio di previsione 2019 del comune di Orte.

A scatenare la polemica in particolare è l’aumento del gettito previsto per la Tari. Sia il gruppo di Idee chiare che quello di Anima Orte – Pd definiscono “ingiustificato” il rincaro della tassa sui rifiuti, collegandolo direttamente all’assegnazione del nuovo appalto di fornitura del servizio.

“L’importo del nuovo contratto per la raccolta porta a porta è più alto del precedente – attacca la capogruppo di Idee chiare Roberta Savoia – e, come temevamo, a pagarne il prezzo saranno i cittadini. Il gettito previsto per la Tari 2019 aumenta di 124mila euro, il 9% in più rispetto al 2018. Anche se il servizio di raccolta differenziata dovesse migliorare, cosa tutta da verificare, gli ortani non avranno alcun beneficio concreto sulla bolletta. I risparmi per il miglior conferimento dei rifiuti finirebbero comunque assorbiti dall’aumento del costo dell’appalto”.

“Non mi spiego la ragione di un aumento del genere – aggiunge Antonella Claudiani (Pd) -. Il servizio non migliora e paghiamo di più. Rispetto al passato, ci sarà un passaggio in meno per l’indifferenziato, mentre quello delle altre categorie di rifiuti rimarrà invariato. Il tutto a un prezzo nettamente superiore. Senza contare la gran confusione dal punto di vista organizzativo, informativo e dei controlli”.

“Non va dimenticato – continua Claudiani – che la progettazione del nuovo sistema di raccolta differenziata era stata affidata a una società specializzata esterna. Ma se andiamo a leggere il testo elaborato, scopriamo che interi pezzi dello studio sono uguali identici a quelli già prodotti dalla stessa società per altri comuni: in pratica hanno preso uno schema pre-impostato e ci hanno aggiunto i dati di Orte. E questo lavoro l’abbiamo pagato 16mila euro”.

I consiglieri d’opposizione segnalano anche un aumento di entrate previste di 249mila euro dalle multe per infrazioni stradali. “Questo conferma una volta di più che l’amministrazione conta di fare bilancio sulla pelle dei cittadini – commenta Savoia – visti anche gli orari e le modalità con cui vengono piazzati gli autovelox sulle strade della città”.

Alessandro Castellani


Condividi la notizia:
20 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR