Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Canino - Avrebbe messo le mani addosso a un vicino, mandandolo in ospedale - "C'era sangue per terra", secondo due testimoni

Botte da orbi per il parcheggio condominiale, inquilino alla sbarra

Condividi la notizia:

Canino

Canino

Canino – Botte da orbi per il parcheggio condominiale, inquilino alla sbarra.

Si tratta di un uomo di Canino che, dopo tante discussioni, la sera del 18 novembre 2015 avrebbe messo le mani addosso a un altro inquilino della palazzina in seguito all’ennesima lite per il posto auto.

Al centro del contendere i parcheggi davanti ai garage del condominio, che avrebbero reso difficili gli accessi ai rispettivi box auto.

Per la vittima, parte civile con l’avvocato Remigio Sicilia, la serata è finita al pronto soccorso dell’ospedale, dove è stato portato in ambulanza, dopo l’intervento dei carabinieri della locale stazione. “Mi hanno diagnosticato la rottura del timpano, quattro denti che facevano campanella, una infrazione al naso, due tagli alla testa”, ha spiegato ieri al giudice Giacomo Autizi. L’imputato è difeso dall’avvocato Roberto Massatani.

Oltre alla presunta vittima, sono state sentite anche due vicine, richiamate dalle urla. Nessuna delle due avrebbe assistito direttamente all’aggressione, ma entrambe hanno detto: “C’era sangue per terra”. 

Il processo riprenderà il 28 ottobre. 

 


Condividi la notizia:
9 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR