--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - L'intervento del candidato sindaco Sandro Celli

“Proroga in scadenza e nessuna gara d’appalto, si rischia una nuova chiusura del Cag”

Condividi la notizia:

Tarquinia - Sandro Celli

Tarquinia – Sandro Celli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Sta scadendo la proroga concessa per il centro di aggregazione giovanile di Tarquinia e non ci risulta che sia stata ancora pubblicata nessuna gara di appalto per la sua gestione.

Il disinteresse da parte del commissario è veramente grave perché si rischia seriamente una nuova chiusura. Questa superficialità nei confronti del Cag e di chi ci lavora, continua a stupirci negativamente.

È assurdo pensare che un “viceprefetto” non riesca a comprendere l’importanza strategica della funzione dei Cag, il ruolo che svolgono nei territori per il superamento delle problematiche legate alle devianze e al disagio giovanile, attività strategica di carattere preventivo e rieducativo.

Se si verificasse la chiusura per inerzia del comune, gli oltre 200 ragazzi che frequentano il centro, si vedrebbero irresponsabilmente privati dell’assistenza di natura psicologica, morale e sociale.

Questo presidio socio-ricreativo, voluto ed istituito nel 2011, sta svolgendo infatti una grande attività di affiancamento ed integrazione alle altre strutture educative presenti sul territorio, già al limite, che si vedrebbero così costrette a doversi far carico a questo ulteriore aggravio. Ci sono operatori che quotidianamente svolgono con professionalità e responsabilità il proprio lavoro in favore di questi ragazzi ed improvvisamente si troverebbero senza stipendio.

Non si capisce perché in tutto questo tempo non sia stata espletata la gara di affidamento del servizio che era già praticamente pronta e finanziata dando così certezze di continuità ai ragazzi e agli operatori. Caro commissario, il Cag non si tocca, se ne faccia carico e impedisca che la nostra città faccia un pericoloso passo indietro nell’impegno sociale nei confronti dei nostri giovani e delle loro famiglie.

Tutto ciò dimostra chiaramente come sia impossibile amministrare la città in modo esclusivamente notarile e come, invece, sia fondamentale la presenza di un sindaco e di una amministrazione responsabile e capace.

Commissario, avevamo chiesto di svolgere la gara per l’affidamento triennale senza indugi o ritardi e ci dispiace dover constatare che questo non è stato fatto, preveda subito almeno una proroga adeguata in modo da dare la possibilità di occuparsene alla prossima amministrazione legittimamente eletta dai cittadini. Noi in merito la scelta politica l’abbiamo già fatta da tempo e vogliamo che il Cag continui ad essere la casa dei tanti ragazzi che la frequentano.

Il candidato sindaco Sandro Celli
Liste civiche “Democratici per Tarquinia” e “Impegno sociale”


Condividi la notizia:
3 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR