--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Il consigliere M5s Massimo Erbetti attacca la maggioranza sull'atteggiamento durante la discussione del bilancio

“Emendamenti bocciati senza valutazione, solo per partito preso”

Condividi la notizia:

Massimo Erbetti

Massimo Erbetti

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Rifiuto mentale. E’ questo l’atteggiamento dell’attuale maggioranza del comune di Viterbo: il rifiuto mentale verso qualsiasi proposta atta a far diminuire le spese per i cittadini viterbesi, spese che riguardano in modo considerevole la Tari, la tassa sui rifiuti.

Come M5S abbiamo presentato una serie di emendamenti volti ad abbattere considerevolmente, o addirittura azzerare, l’aumento della Tari voluto dalla giunta comunale. Aumento su aumento oltretutto, perché poco meno di un anno fa già ve ne era stato un altro.

Le risorse economiche per non gravare ancor di più sulle tasche dei cittadini ci sono… Eccome se ci sono! Le abbiamo trovate studiando voce per voce tutte le entrate e le uscite del bilancio preventivo 2019. Molti degli emendamenti proposti hanno anche il parere favorevole dei settori tecnico e finanziario del Comune, pareri super partes, perché si limitano ad esprimere un giudizio di fattibilità. Eppure, nulla da fare!

Gli emendamenti vengono bocciati uno dopo l’altro, senza la minima valutazione, per partito preso! Così fa la vecchia politica, questo è il modo di fare degli amministratori della città, ottusamente volti al passato. Un emendamento presentato dalla minoranza va bocciato e basta, anche se potrebbe portare beneficio alla comunità.

Ma questi stanchi politici non hanno fatto i conti con la realtà. Le cose stanno cambiando, altrove sono già cambiate, ed è per questo che non ci fermeranno. Nonostante il loro “rifiuto” mentale noi andremo avanti per la nostra strada. Discuterò ogni singolo emendamento, fino all’ultimo, fino alla fine.

Non mi curerò delle vibranti proteste di molti consiglieri della maggioranza, proteste e lamentele non politiche, ma solamente di comodo e strettamente personali, perché è ormai chiaro a tutti che terremo il consiglio comunale aperto 7 giorni su 7 se necessario, compresa Pasqua e Pasquetta. Io sarò lì, perché sto rappresentando chi mi ha dato fiducia con il suo voto, non per interesse personale, quindi, ma nell’interesse della collettività.

Abituatevi a lavorare cari consiglieri, oppure lasciate il posto a chi ne ha voglia.

Massimo Erbetti
Consigliere Comunale M5S


Condividi la notizia:
13 aprile, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR