--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Luigia Melaragni alla presentazione della tredicesima edizione - 40 i partecipanti - Dal 24 aprile al 12 maggio nei locali della Fondazione Carivit a valle Faul

“Forme e colori nella Tuscia, una mostra per gli artigiani del domani”

di Maurizia Marcoaldi
Condividi la notizia:

Viterbo - Forme e colori nelle terra di Tuscia

Viterbo – Forme e colori nelle terra di Tuscia

Luigia Melaragni

Luigia Melaragni

Marco Lazzari

Marco Lazzari

Ivana Pagliara

Ivana Pagliara

Lucia Maria Arena

Lucia Maria Arena

 

Viterbo – “Una mostra che punta a presentare gli artigiani del domani”. Luigia Melaragni, segretaria territoriale della Cna, ha presentato così, alla sala convegni della fondazione Carivit, la 13esima edizione della mostra-concorso ‘Forme e colori nella terra di Tuscia – artigianato artistico & design’.

Presenti anche Marco Lazzari, presidente della fondazione Carivit, Ivana Pagliara di Promotuscia e Lucia Maria Arena, presidente di Cna artistico e tradizionale di Viterbo e Civitavecchia. 

Quattro le sezioni previste per il concorso di quest’anno. Due riservate alle imprese artigiane. Una per gli studenti di tre licei artistici del Lazio e promossa dalla regione Lazio con programma Lazio creativo. Un’altra destinata invece ai creativi under 35 residenti nel Lazio e promossa anche questa dalla regione Lazio con programma Lazio creativo. 

Novità assoluta per questa 13esima edizione è lo spazio dove verrà organizzata la mostra-concorso. Quest’anno sono stati messi a disposizione, dalla fondazione Carivit, gli spazi del centro culturale di valle Faul. 

“Con questa mostra vogliamo soprattutto presentare gli artigiani del domani – ha spiegato Luigia Melaragni –. L’idea è di creare un contatto importante tra le eccellenze dell’artigianato e i giovani, sia studenti che creativi under 35″.

L’appuntamento è dal 24 aprile al 12 maggio. L’inaugurazione è per il 24 aprile alle 12,30. Sono 40 gli artigiani che prenderanno parte all’evento. Gli under 35 sono in tutto 21. I ragazzi dei licei artistici sono in totale 151 e presenteranno sia lavori singoli che di gruppo. 

Forme e colori nella terra di Tuscia’ è organizzata da Cna artistico e tradizionale di Viterbo e Civitavecchia, con il patrocinio e il sostegno della regione Lazio, della fondazione Carivit, del comune di Viterbo, della provincia di Viterbo, della camera di commercio di Viterbo e dell’osservatorio dei mestieri d’arte. 

L’orario di apertura sarà dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, con ingresso libero. 

“Abbiamo voluto offrire uno spazio più ampio sia per dare visibilità agli artigiani sia per far conoscere sempre più le strutture di Viterbo – ha spiegato Marco Lazzari –. Gli artigiani mettono a disposizione le idee e il loro talento e noi vogliamo offrirgli gli strumenti utili anche per il loro futuro”.

All’interno della mostra sarà presente uno spazio riservato ai Dialoghi con gli artigiani, curato da Ivana Pagliara di Promotuscia. Quattro gli appuntamenti: lunedì 29 aprile alle 10,30 con l’orafa Pina Perazza che parlerà di ‘la visione: l’artigianato in transizione. Verso una nuova educazione artigiana’. A seguire ‘luci sulla ceramica’ con Fausto Maria Franchi, Vincenzo Dobboloni e Daniela Lai. Venerdì 3 maggio ci sarà ‘cronache di straordinaria innovazione’ con Alessio Gismondi, Leonardo Ceccarini, Umberto Basili e Andrea Taurchini. Lunedì 6 maggio l’incontro sarà con Franco Ciambella che parlerà di ‘storie in punta di ago’. In ultimo, mercoledì 8 maggio, il liutaio Andrea Di Maio racconterà ‘un liutaio italiano a cavallo di due millenni, 1979-2019’. 

Alla presentazione della 13esima edizione è intervenuta anche Lucia Maria Arena, presidente di Cna artistico e tradizionale di Viterbo e Civitavecchia, che si è detta “soddisfatta e molto contenta per la nuova organizzazione e i nuovi spazi messi a disposizione”.

“C’è entusiamo sia da parte delle imprese che da parte dei giovani”, ha aggiunto Lucia Maria Arena. 

Una giuria di esperti esaminerà le opere in concorso e proclamerà i primi tre classificati per ciascuna sezione. L’opera sarà valutata tenendo conto dell’originalità, della qualità artistica e della qualità tecnica di realizzazione del manufatto. Istituito anche il premio del pubblico che andrà alle due sezioni riservate alle imprese artigiane. 

 


Condividi la notizia:
17 aprile, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR