Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Una cinquantina di turisti ammaliati dalla città dei papi e dai paesi vicini nel weeekend di Pasqua

Il club degli amici di Camperlife alla scoperta della Tuscia

Condividi la notizia:

Il gruppo di camperisti in visita a Viterbo

Il gruppo di camperisti in visita a Viterbo

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo –  Il ponte pasquale è stato propizio per le gite fuori porta in tutta Italia. Ma anche una buona rappresentanza della nostra nazione, dalla Liguria alla Campania passando per Lombardia, Marche, Toscana, Veneto e Lazio, è venuta a fare visita al capoluogo laziale ed alle bellezze del territorio della Tuscia.

La comitiva del club degli amici di Camperlife con 15 equipaggi e 50 partecipanti, che come si evince dallo slogan sono camperisti amanti dell’arte, della convivenza, dell’amicizia e del buon mangiare, ha scelto proprio Viterbo come città ospitante.

Il raduno ha preso inizio presso le piscine Carletti incuriosendo i partecipanti attirati dalle parole di Dante che nella divina commedia (Inferno canto XIV) parla del Bullicame, iniziando così la festa con un bagno termale e proseguendo con un banchetto confezionato sul posto. Sabato mattina la comitiva si è spostata a Vignanello, ospitata dalla proloco che ringraziamo, dove ha potuto visitare il bellissimo borgo, il castello Ruspoli e i connutti (percorsi sotterranei).

La domenica di Pasqua è iniziata con il viaggio a bordo del treno della Roma-Nord che ha portato i gitanti a Viterbo.

Poi l’archeologa Daniela Stampatori, che ha iniziato la visita guidata partendo da Porta Romana e raccontandone la storia tessendo le lodi per l’amore che Viterbo ed i viterbesi nutrono sulla piccola Rosa, segno religioso indiscutibile della città. La visita è proseguita per piazza Fontana Grande, San Pellegrino e la visita presso il museo del sodalizio dei facchini di Santa Rosa, continuando poi verso piazza della Morte, il duomo a piazza San Lorenzo, piazza del Gesù e finita a piazza Verdi. 

Il lunedì di Pasquetta, dopo qualche saluto di alcuni che tornavano nelle proprie città di origine, è proseguito a Caprarola con la visita di Villa Farnese che ha dato dimostrazione di quanta bellezza è presente sul territorio che non smette mai di meravigliare chi sceglie di visitare la Tuscia.

Tutti sono rimasti soddisfatti dell’organizzazione portata a compimento da Enzo e Alice.

La città di Viterbo sarà ancora oggetto di visite come questa e approfitto per sensibilizzare il comune ad accogliere il turismo itinerante, perché c’erano tanti altri gruppi di camperisti per la città, che ormai si ben dissocia dal mordi e fuggi dei vecchi tempi divenuto invece turismo a tutti gli effetti, patrimonio turistico della nostra nazione!

Club degli amici di Camperlife


Condividi la notizia:
23 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR