--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Domenica 21 aprile alle 18 - Musiche di Antonio Salieri e W.A. Mozart

Il pianista Bacchetti al concerto di Pasqua dell’Unione

Condividi la notizia:

Andrea Bacchetti

Andrea Bacchetti

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il concerto di Pasqua del 21 aprile alle 18 al teatro dell’Unione di Viterbo chiude la rassegna dedicata all’opera lirica e sinfonica con un ospite d’eccezione, il pianista Andrea Bacchetti, nell’ambito della stagione teatrale promossa dal comune di Viterbo, in collaborazione con Atcl – associazione teatrale fra i comuni del Lazio e Mythos opera festival.

In un confronto storico musicale tra due grandi geni dell’opera Mozart e Salieri, dipinti quali avversari da Puskin, avvolti da una terribile leggenda circa l’avvelenamento del divin Salisburghese, il pianista Andrea Bacchetti, a tutti noto quale pianista del Chiambretti Night, esecutore fulgido dei classici, ci regalerà un excursus tra i due compositori. E ci riserverà simpatiche sorprese.

Nato nel 1977, ancora giovanissimo Andrea Bacchetti ha raccolto i consigli di Karajan, Magaloff, Berio, Horszowski, Siciliani. Debutta a 11 anni a Milano nella Sala Verdi con i Solisti Veneti diretti da C. Scimone. Nel 2001 la giuria del concorso Micheli, presieduta da Luciano Berio, gli ha assegnato all’unanimità il Premio Speciale della fondazione Calouste Gulbenkian per la migliore esecuzione del brano di musica contemporanea inserito nel programma di concorso.

Da allora si è esibito nelle massime istituzioni e festival di tutto il mondo, come il Lucerne Festival Strings, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Festival pianistico internazionale “Arturo Benedetti Michelangeli” di Bresciae Bergamo, il Festival internazionale di musica da camera di Cervo, il Piano aux Jacobins di Tolosa, il Pacific Music Festival di Sapporo e molti altri, anche prendendo parte a tournée nei paesi dell’America del Nord e del Sud, oltre che in Giappone.

Sì è inoltre esibito con molte orchestre internazionali di rilievo, Camerata Salzburg e Salzburg Chamber Soloists, RTVE Madrid, Sinfónica de Asturia, Oviedo, OSCYL, Valladolid; Mdr Lipsia, Kyoto simphony orchestra, Sinfonica di Tenerife, Filarmonica della Scala.

Oltre a dedicarsi all’attività di concertista, Bacchetti si impegna in diversi progetti discografici dedicati al suo maestro, Luciano Berio, e ad alcuni tra i più importanti compositori classici. Con la Sony Classical Italia e in collaborazione con la Biblioteca Marciana, incide una raccolta dedicata ad alcuni compositori attivi a Venezia nel XVIII secolo le cui partiture sono conservate nella biblioteca: La tastiera italiana.

Il ciclo viene aperto dalla registrazione delle sei sonate per clavicembalo di Luigi Cherubini, per la prima volta incise su pianoforte moderno nel 2009. Il disco viene inserito nella Penguin Guide to Recorded Classical Music 2010. Altro lavoro notevole in questo ciclo è il disco The Scarlatti Restored Manuscripts (2014), dedicato a Domenico Scarlatti, con cui Bacchetti ottiene il prestigioso premio Icma (International classical music award) per la categoria Musica strumentale barocca nello stesso anno.

Contemporaneamente alla Tastiera italiana, sempre con Sony classical incide un ciclo dedicato a Johann Sebastian Bach.

Negli ultimi anni, Andrea Bacchetti ha portato avanti diverse collaborazioni prestigiose con grandi musicisti italiani, sia classici che pop, come Antonella Ruggiero e il maestro Uto Ughi.

Comune di Viterbo
Atcl


Condividi la notizia:
16 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR