Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vitorchiano - L'assessore Creta: "Un documento equilibrato, che mantiene la qualità dei servizi e investe su settori chiave"

Ok a bilancio di previsione e programma triennale dei lavori pubblici

Condividi la notizia:

Vitorchiano - Palazzo comunale

Vitorchiano – Palazzo comunale

Vitorchiano – Riceviamo e pubblichiamo – Il Comune di Vitorchiano, nella seduta del consiglio del 15 aprile, ha approvato all’unanimità il bilancio di previsione 2019, lo strumento principale della programmazione politico-economica dell’ente e tramite il quale l’amministrazione destina risorse per le necessità del territorio.

Nel documento restano invariate le tariffe dei servizi che il Comune eroga ai cittadini, la cui copertura da parte dell’ente è del 51 per cento.

Un momento di buona politica, una delibera (in particolare quella sul bilancio) sulla quale nemmeno i consiglieri di minoranza hanno votato contro, preferendo l’astensione.

“Al bilancio di previsione – sottolinea l’assessore Annalisa Creta – non è assegnata soltanto una funzione programmatoria, ma il bilancio proposto si caratterizza per di una serie di obiettivi prioritari: contenimento della pressione fiscale, lotta all’evasione tributaria, tutela delle famiglie in difficoltà a causa della crisi economica, mantenimento delle tariffe e della qualità dei servizi sociali, educativi, sanitari, realizzazione di un significativo piano degli investimenti per la cura e la manutenzione del territorio e per il rispetto dell’ambiente. Si tratta di un bilancio prudente, per evitare di inserire partite che rischino di non trasformarsi in entrate”.

Nell’illustrare il bilancio, l’assessore Creta si è voluta anche soffermare sull’azione intrapresa nel campo del recupero dell’evasione tributaria, azione “che riteniamo doverosa e improntata ad imprescindibili criteri di equità e legalità, e che nell’ultimo anno e mezzo, anche grazie al rafforzamento dell’Ufficio Tributi attraverso un servizio di supporto ha permesso di accertare circa 400.000 euro tra tributi mai pagati, pagati in modo parziale o ad enti diversi dal nostro Comune”.

Nella stessa seduta, caratterizzata da un sereno dialogo, sono stati approvati vari punti all’ordine del giorno, tra cui il programma triennale dei lavori pubblici 2019-2021 e il relativo elenco 2019. Un programma nel quale sono compresi soltanto i lavori di importo superiore di 100.000 euro e che cumula complessivamente 8.455.134 euro.

In tal senso gli investimenti principali interessano il patrimonio immobiliare scolastico, il sistema idrico, la pubblica illuminazione, le strade, gli impianti sportivi e la valorizzazione degli immobili comunali. Quindi si punta sullo sviluppo economico attraverso azioni volte alla valorizzazione delle risorse storico-culturali del paese e sul rilancio del turismo.

Sempre in tema di lavori pubblici, il sindaco Ruggero Grassotti in apertura di seduta ha comunicato l’avvio dei lavori di rifacimento degli impianti dell’immobile comunale, con funzione di cucina, in uso alla Pro Loco e alle altre associazioni, al fine di renderlo più sicuro e fruibile, e quelli di rifacimento del tetto della chiesa del cimitero per renderla nuovamente e finalmente agibile.

L’assessore Federico Cruciani ha chiarito le linee guida del progetto e gli step principali sui lavori di adeguamento e messa in funzione dei depuratori delle acque reflue, intervento già affidato e già comunicato nei giorni precedenti agli organi di informazione.

Approvato quindi l’atto di indirizzo per la riscossione coattiva della IUC (imposta unica comunale), del servizio idrico e CDS attraverso lo strumento dell’ingiunzione fiscale, partendo dall’idea di pagare tutti per pagare meno. Il consiglio comunale si è concluso con un ulteriore punto con il quale si è provveduto all’affrancazione del canone enfiteutico dell’immobile dell’ex Ospedale Civile di Vitorchiano, soppresso con l’entrata in vigore del DPR 616 del 1977.

Comune di Vitorchiano


Condividi la notizia:
18 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR