--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Soriano nel Cimino - I gruppi consiliari Soriano insieme e Partito democratico chiedono spiegazioni alla maggioranza

“Palazzo Chigi, il progetto per dimora storica c’è o ve lo siete scordati di nuovo?”

Condividi la notizia:

Palazzo Chigi Albani a Soriano nel Cimino

Palazzo Chigi Albani a Soriano nel Cimino

Soriano nel Cimino – Riceviamo e pubblichiamo – I nostri amministratori hanno pubblicato sul profilo facebook del comune di Soriano, l’iniziativa della regione Lazio che invita i cittadini a visitare le dimore storiche dal 25 al 28 aprile.

Esiste un albo regionale delle dimore storiche del Lazio istituito con legge regionale 8 del 20 giugno 2016. Soriano nel Cimino è presente con palazzo Chigi Albani.

L’iscrizione all’albo è fondamentale perché permette di partecipare ai bandi che la regione ogni anno indice per rilasciare finanziamenti su progetti di recupero e ristrutturazioni delle dimore.

Il primo stanziamento della regione Lazio per finanziare questi progetti è stato pubblicato nel dicembre del 2018. Molti comuni e soggetti privati hanno presentato le richieste per recuperare e ristrutturare dimore di valore storico e il 9 aprile è stato pubblicato l’elenco di quelli finanziate con il relativo importo.

La torre di Pasolini a Chia è uno fra questi! Abbiamo più volte visto e rivisto l’elenco con la speranza di trovare il finanziamento per palazzo Chigi, ma nulla. Palazzo Chigi non c’era, non c’è traccia di alcuna richiesta di finanziamento per progetti di recupero del palazzo, i nostri solerti amministratori non hanno fatto nessuna richiesta di contributo.

Allora ci domandiamo e chiediamo il perché di questa scelta. Forse, la nostra amministrazione ha presentato progetti da finanziare con altre leggi o bandi regionali o nazionali incompatibili con quello sulle dimore storiche?

O forse il tetto previsto dal bando sulle dimore storiche era troppo basso e non avrebbe coperto il fabbisogno per un intervento risolutivo sul palazzo?

Al di là di ciò, l’attuale amministrazione cosa ha fatto e cosa ha in mente di fare a riguardo? E’ mai stato avviato ad esempio, uno studio per un intervento radicale in collaborazione con l’amministrazione provinciale di Viterbo, comproprietaria del palazzo?

Al netto di propaganda e spot vari, in definitiva, il progetto per palazzo Chigi dimora storica c’è oppure anche questa volta, vi siete scordati?

Soriano insieme
Partito democratico


Condividi la notizia:
17 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR