--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Consiglio comunale - La maggioranza approva l'emendamento Ricci (Pd) sul Bulicame ma boccia quello per salvare i monumenti

Passa il parco termale, bocciato il recupero delle fontane

Condividi la notizia:

Viterbo - Alvaro Ricci

Viterbo – Alvaro Ricci

Viterbo – (g.f.) Parco del Bulicame, passa l’emendamento proposto da Alvaro Ricci (Pd). Intervento da 120mila euro. Bocciati quelli su fontane e torre civica.

Dopo un avvio tempestoso, ieri dopo le 20, in consiglio comunale è iniziata la discussione degli emendamenti al bilancio.

Quelli dell’esponente Dem sono otto e tutti incentrati sull’imposta di soggiorno. Ovvero, 380mila euro previsti nel 2019, già destinati a una serie d’interventi da parte del centrodestra, ma Ricci ha altre idee e ieri sera ha iniziato a sottoporle alla maggioranza. Incassando un primo risultato sul parco.

“L’amministrazione aveva messo 38mila euro sul parco termale – ricorda Ricci – io 120mila. Ma l’assessore De Carolis ha dato parere contrario, poi è stato approvato”.

Non è passato, invece quello sul recupero delle fontane storiche, un intervento importante da mezzo milione di euro tramite mutuo, spendendo 35mila euro annui. Niente da fare pure la torre civica a palazzo dei Priori, da rendere visitabile.

Gli emendamenti del consigliere Dem, comunque, non sono passati inosservati in maggioranza. “Hanno chiesto d’interrompere la lettura – spiega Ricci – li vogliono valutare bene. Spero che la notte gli porti loro consiglio, perché già ora si è persa un’occasione, quella relativa alle fontane storiche”.

Monumenti importanti e bisognosi d’interventi che vadano oltre l’ordinaria amministrazione. “Cadono a pezzi – continua Ricci – ho fatto presente che si assumono la responsabilità del degrado in cui versano e dei danni irreversibili che si possono creare senza questi soldi. Che potevano essere disponibili già dal 2019. 500mila euro.

Si poteva cominciare con le più importanti, invece niente”.

Non è semplice bocciare proposte che vanno in queste direzione. “Devo dire, però – continua Ricci – che anche il sindaco a fine seduta ha voluto capire meglio ed è stato deciso di sospendere i lavori”.

Per il momento, c”è l’ok al parco termale al Bulicame. “Mi auguro che sia un segnale e che si possa arrivare a un voto favorevole per gli altri, risanamento sale nobili palazzo dei Priori, la ex corte d’assise, museo civico, quello per i bagni pubblici e il museo multimediale ai portici di palazzo dei Priori per 600mila euro.

In particolare per quest’ultimo, mi auguro che la maggioranza si ravveda e voti e lo approvi. Serve a completare i lavori già in atto”.

Non tutti al momento del voto erano presenti. “Mi dispiace – ricorda Ricci – che parte dell’opposizione sia uscita – conclude Ricci – Viterbo 2020, per rientrare per quello del parco termale, quando la maggioranza ha deciso d’approvarlo”.


“Mezzo milione per le fontane storiche, poi torre civica visitabile e parco termale”


Condividi la notizia:
12 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR