--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Slitta il passaggio in commissione e consiglio della pratica di revoca della convenzione

Piscina comunale, acque agitate in maggioranza

Condividi la notizia:

La piscina comunale di Viterbo

La piscina comunale di Viterbo

Viterbo – (g.f.) – Piscina comunale, acque agitate in maggioranza. La rescissione del contratto con i gestori e il nuovo affidamento, con passaggio intermedio consegnando l’impianto alla Federazione italiana nuoto ha avuto un improvviso stop.

Pausa di riflessione, secondo il sindaco Giovanni Arena. Probabile. La materia è complessa. Ci sono di mezzo molti elementi e diversi soggetti interessati. 

Il comune, che si riprende l’impianto, la società che ha alzato bandiera bianca e la Fin, chiamata in soccorso dal comune.

Tasselli di un mosaico che va ricomposto. Qualcuno non deve essere a posto, perché tutta la pratica doveva andare in commissione e poi in consiglio comunale entro questa settimana, ma è stato deciso di rinviare di un po’ di giorni.

Nel centrodestra c’è chi avrebbe mosso dubbi sulla procedura da portare avanti, col rischio di non vedersi votata la determina.

Perplessità persino sull’affidamento temporaneo a Fin, con lo scopo di non lasciare i tanti iscritti fuori.

Fin però non è un ente pubblico ma un’associazione senza fini di lucro, di diritto privato. Altre incertezze sulle modalità con cui affidare l’impianto natatorio.

Senza contare che ieri mattina in commissione, mentre si discuteva di bilancio, tra le varie voci l’opposizione ha fatto notare come non ci fosse quella per eventuali incarichi o consulenze. Spesso necessari all’amministrazione.

“Essendo un bilancio di previsione – fa notare Alvaro Ricci (Pd) – è strano, come si fa a stabilire che non serviranno?”.

Non ci saranno, ma la pratica sulla risoluzione contrattuale per la piscina è stata predisposta: “previa acquisizione d’incarico a un avvocato per avere un parere – osserva Ricci – è una consulenza o un incarico?”. Dubbi. E nel dubbio, meglio rimandare di qualche giorno.


Condividi la notizia:
2 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR