Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Comune - Per la trasformazione in presidio ambulatoriale territoriale – FOTO

Punto di primo intervento, scontro tra Paolini e la consigliera Cicoria

di Michele Mari
Condividi la notizia:

Montefiascone - Il consiglio comunale -Bagarre tra Massimo Paolini e Rosita Cicoria

Montefiascone – Il consiglio comunale -Bagarre tra Massimo Paolini e Rosita Cicoria

Montefiascone - Il consiglio comunale -Bagarre tra Massimo Paolini e Rosita Cicoria

Montefiascone – Il consiglio comunale -Bagarre tra Massimo Paolini e Rosita Cicoria

Montefiascone - Il consiglio comunale -Bagarre tra Massimo Paolini e Rosita Cicoria

Montefiascone – Il consiglio comunale -Bagarre tra Massimo Paolini e Rosita Cicoria

Montefiascone – Trasformazione del punto di primo intervento in presidio ambulatoriale territoriale, scontro in consiglio comunale tra la consigliera Rosita Cicoria (M5s) e il sindaco Massimo Paolini.

La discussione è nata durante la trattazione dell’undicesimo punto all’ordine del giorno dell’assise di venerdì in merito alla mozione sull’annullamento della delibera della Asl del 28 dicembre che sancisce la trasformazione del punto di primo intervento in presidio ambulatoriale.

Paolini ha ribadito con forza che deve essere modificato il decreto ministeriale 70 del 2015, mentre per la consigliera deve intervenire la Regione Lazio.

Tra i due sono volate parole grosse. Ma alla fine la discussione si è risolta in un nulla di fatto.

“La delibera del 28 dicembre della Asl è stata annullata con la 122 del 31 gennaio 2019 – ha detto il sindaco – per cui non vedo il motivo della mozione di oggi. Con la nuova delibera la direzione generale della Asl ha garantito l’assistenza medica h 24. L’unica cosa che possiamo fare è far ritirare il decreto 70”.

“Non è stata annullata la delibera” ha ribattuto Rosita Cicoria.

“Il decreto 70 – ha continuato Paolini – stabilisce di abolire i punti di primo intervento che non superano i seimila accessi. La direzione generale ci sta facendo una grossa cortesia perché ha dato tempo per discutere e parlare con il ministero”.

Invece la consigliera Rosita Cicoria ha spiegato la sua versione, completamente opposta.

“In merito al decreto 70 – ha detto Cicoria – il ministero della salute ha risposto con una lettera del 27 novembre 2018, inviata per conoscenza anche al comune di Montefiascone, dove si diceva di interloquire con la Regione che ha la competenza regionale sulla sanità e che deve realizzare i nuovi modelli organizzativi dell’assistenza territoriale. Quindi è la Regione che deve decidere. Con la chiusura dei punti di primo intervento di Montefiascone e Ronciglione avremo undici mila accessi in più a Belcolle che è già al collasso”.

Pronta la risposta del sindaco. “È la Regione che cancella un decreto ministeriale? – ha replicato Paolini – Allora io come sindaco cancello una legge dello stato? Una legge si cambia con un’altra legge”.

Rosita Cicoria ha ribattuto spiegando anche l’attuale situazione del punto di primo intervento. “E’ il decreto che traccia le linee guida – ha concluso la consigliera del M5s – in base alle direttive europee. Con il presidio ambulatoriale non è garantita l’assistenza che c’era prima in quanto non verranno messi punti di sutura e non ci sarà il macchinario per testare gli enzimi in caso di infarto”.

Il punto all’ordine del giorno, inerente la mozione sull’annullamento della delibera della Asl, è stato bocciato con nove voti contrari, due favorevoli e due astenuti.

Michele Mari


Condividi la notizia:
2 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR